Crea sito
27 Ottobre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR INFORMATICO

Approfondimento: Accesso alla Shell

2 min read

Accesso alla shell

Il modo in cui accedi alla shell della riga di comando dipende dal fatto che il tuo sistema fornisca un login GUI o un login CLI:

 – Sistemi basati su GUI: Se il sistema è configurato per presentare una GUI, sarà necessario trovare un’applicazione software chiamata Terminale. Nell’ambiente desktop GNOME, l’applicazione Terminale può essere avviata facendo clic sul menu Applicazioni, quindi sul menu Strumenti di sistema e sull’icona Terminale.

Sistemi basati sulla CLI: Molti sistemi Linux, in particolare i server, non sono configurati per fornire una GUI per impostazione predefinita, quindi presentano invece una CLI.

Se il sistema è configurato per presentare una CLI, il sistema esegue automaticamente un’applicazione terminale dopo l’accesso. All’inizio dell’informatica, i dispositivi terminali erano macchine di grandi dimensioni che consentivano agli utenti di fornire input tramite tastiera e visualizzare output stampando su carta. Nel tempo, i terminali si sono evoluti e le loro dimensioni si sono ridotte in qualcosa di simile a un computer desktop con un monitor con display video per l’output e una tastiera per l’input. Alla fine, con l’introduzione dei personal computer, i terminali sono diventati emulatori software dell’hardware reale.

Qualunque cosa tu digiti nel terminale è interpretata dalla tua shell e tradotta in una forma che può quindi essere eseguita dal kernel del sistema operativo. Se ci si trova in una posizione remota, è possibile effettuare connessioni pseudo-terminali anche attraverso la rete utilizzando diverse tecniche. È possibile stabilire connessioni non sicure utilizzando protocolli come telnet e programmi come rlogin, mentre è possibile stabilire connessioni sicure utilizzando programmi come putty e protocolli come ssh.

Translate »