Crea sito

Assemblaggio PC passo passo: 4 Alimentatore PSU

16 / 100

L’importanza di un alimentatore come componente del computer è spesso sottovalutata da buona parte di coloro che hanno un pc.

Come tutti sanno l’alimentatore o PSU (Power Supply Unit) ha il compito di trasformare la corrente alternata dell’alimentazione casalinga (tipicamente sinusoidale di ampiezza 220V e frequenza di 50Hz) in corrente continua di varie ampiezze (12V 5V 3,3V ).

Un primo possibile approccio alla progettazione di un alimentatore è quello lineare. Per prima cosa la corrente alternata viene portata da 220V (110V) a 12 V con un semplice trasformatore, successivamente la forma d’onda sinusoidale viene raddrizzata con un diodo, e resa costante con un condensatore. Il condensatore immagazzina energia durante gli istanti della sinusoide con pendenza positiva e la rilascia negli istanti con pendenza negativa.

Gli alimentatori lineari peccano inoltre di bassa efficienza poiché la potenza non sfruttata viene dissipata completamente in calore.

Alimentatori Switching
L’utilizzo della tecnologia switching è ormai comune. Un SMPS (Switched Mode Power Supply) è solitamente composto da diversi stadi. Per prima cosa troviamo un filtro per la tensione in ingresso all’alimentatore e un rettificatore (realizzato solitamente con dei diodi) che ottiene una corrente DC da 330V in modo analogo a quanto già visto per il rettificatore dell’alimentatore lineare (considerando che i 230V in ingresso sono RMS e non di picco).
Il circuito di switching e la successiva rettificazione dopo il trasformatore può essere anche visto come un DC-DC converter, che trasforma la corrente continua in corrente continua di diversa ampiezza senza idealmente sprecare potenza, e in ogni caso in modo molto efficiente.

Connessioni e uscite
Tipicamente i connettori presenti su un alimentatore ATX sono le seguenti:

-12V 4 pin (o 8 pin per le moderne schde madri ) per l’alimentazione cpu
-20+4 pin per la scheda madre
-connettori pci-express 6/8pin per schede video
-connettori S-Ata per hdd e cd-rom
-connettori molex 4 pin per hdd eide e lettori eide
-floppy disk

Ciascun connettore porta una o più tensioni continue (a seconda dell’utilizzo del connettore stesso) riferite rispetto alla massa. I fili utilizzati rispettano uno standard dei colori che permette facilmente di riconoscere lo scopo di ciascuno di essi:

Come assemblare un PC: l’alimentatore

Ora che la scheda madre e relativi accessori sono installati è arrivato il momento di montare l’alimentatore del PC. Se si dispone di un alimentatore modulare, bisogna decidere quali cavi potranno servire e collegarli in anticipo all’alimentatore.
Se il case del PC viene fornito con una staffa di supporto per l’alimentatore, rimuovetela in anticipo e collegatela al retro dell’alimentatore stesso.

Successivamente bisogna passare i cavi attraverso lo slot dell’alimentatore sul retro del case, quindi far scorrere l’alimentatore in posizione, fissando la staffa sullo chassis.Advertisement

Altrimenti, nei case più vecchi bisogna infilare l’alimentatore attraverso l’interno del telaio e spingerlo saldamente contro la parete interna, mentre si avvitano le quattro viti necessarie all’assemblaggio.

A seconda del design del case, consigliamo di orientare la ventola verso le aree di ventilazione integrate. Nella maggior parte dei case consigliamo di rivolgere la ventola verso il basso o lateralmente, lontano dall’interno del PC. In questo modo, l’alimentatore può aspirare aria fresca ed eliminare il calore in eccesso attraverso la parte posteriore.

Translate »