Automatizza il tuo lavoro con AutoHotkey

()

AutoHotkey è uno strumento gratuito e potente che ti consente di automatizzare quasi tutto sul tuo computer Windows in qualsiasi programma. Computer Hope utilizza questo strumento quotidianamente per rispondere rapidamente alle domande comuni poste tramite e-mail ed eseguire altre attività ripetitive comuni. Se fai qualcosa ogni giorno che richiede di ripetere le stesse azioni, ti consigliamo vivamente di utilizzare questo strumento. Questa pagina mostra alcune delle capacità di questo programma.Attenzione

Questo strumento può automatizzare le attività nei giochi, alcuni giochi online potrebbero prendere in considerazione questo imbroglio e, se catturati, potrebbero comportare un divieto.

Se vuoi seguire gli esempi di questa pagina, scarica e installa AutoHotkey prima di eseguire uno di questi passaggi. Altrimenti, scorri questa pagina per una migliore comprensione del programma prima di scaricarlo e installarlo sul tuo computer.

  • Come scaricare e installare AutoHotkey.
  • Modifica la sceneggiatura
  • Nozioni di base sulla sceneggiatura
  • Creazione del tuo primo script
  • Script del mouse
  • Esegui un programma
  • Utilizzo di variabili
  • Dichiarazioni condizionali
  • Creazione di un ciclo
  • Espressioni regolari

Modifica la sceneggiatura

Modifica script AutoHotkey

Dopo aver installato AutoHotkey per creare e modificare uno script , fare clic con il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi del desktop o in una cartella , fare clic su Nuovo e scegliere lo script AutoHotkey . Assegna un nome allo script come preferisci, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sul file di script e seleziona Modifica lo script .Consiglio

Se prevedi di utilizzare sempre gli stessi script, puoi anche caricare AutoHotkey all’avvio , fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona AutoHotkey ( Icona del tasto di scelta rapida automatico) nell’area di notifica di Windows e fare clic su Modifica questo script . Lo script predefinito (AutoHotkey.ahk) si apre nell’editor di testo predefinito e consente di aggiungere o modificare lo script. Ogni volta che AutoHotkey viene caricato all’avvio del computer, questo script predefinito carica questo script.

Nozioni di base sulla sceneggiatura

A ogni script in AutoHotkey può anche essere assegnata una parola chiave (hotstring) o un tasto di scelta rapida da tastiera personalizzato . Quando si utilizza una scorciatoia da tastiera, è possibile utilizzare qualsiasi scorciatoia a condizione che Windows non abbia già assegnato quei tasti a un’altra attività. Ciascun tasto di scelta rapida può essere composto da uno qualsiasi dei seguenti tasti modificatori e da qualsiasi altra lettera, numero o altro tasto sulla tastiera seguito da due due punti (::).

  • Windows key rappresentato come un “#”
  • Alt chiave rappresentata come un “!”
  • Ctrl chiave rappresentata da “^”

AutoHotkey include due script di esempio, il primo (come mostrato nell’immagine) apre la pagina Web di AutoHotkey quando si preme Windows keyZcontemporaneamente. Cosa che può essere eseguita ora se hai installato AutoHotkey e caricato il file autohotkey.ahk predefinito. In caso contrario, questa riga può essere aggiunta a un nuovo script, salvata ed eseguita per consentire il funzionamento di questo collegamento.

#z::Esegui www.autohotkey.com

La maggior parte degli script sono più di una riga. Tuttavia, nell’esempio sopra, è solo una riga e non necessita di comandi aggiuntivi. Nell’esempio di script seguente, lo script ha più righe e, come mostrato, deve essere finalizzato con il comando “return” per impedire l’esecuzione di qualsiasi cosa che segue questo script.

^!n:: 
IfWinExist Untitled - Blocco note
WinActivate
else
Esegui Blocco note
return

Lo script sopra inizia con il tasto di scelta rapida CtrlAltN, le quattro righe successive sono un comando if else , che in inglese si traduce in “se esiste una finestra Blocco note senza titolo, rendi attiva quella finestra, altrimenti esegui un nuovo Blocco note”.

Creazione del tuo primo script

Con la tua conoscenza di base di come funziona questo programma, creiamo il tuo primo script per stampare “Hello World!” dovunque tu voglia. Sposta il cursore alla fine del tuo nuovo file di script o del file di script predefinito Autohotkey.ahk e aggiungi la riga seguente.

::Hello::Hello World{!} Il mio primo script. ;Esempio di commento

In questo primo esempio, non stiamo usando una scorciatoia, ma solo la parola chiave “ciao” per eseguire lo script. Anche perchè “!” è un comando chiave modificatoreAlt per la chiave è stato racchiuso tra parentesi graffe , che indica la chiave, non un comando. Infine, questo script contiene anche un commento alla fine, che è tutto, dal punto e virgola alla fine della riga. Negli script AutoHotkey, tutto il testo tra un punto e virgola e la fine della riga è considerato un commento. È possibile utilizzare i commenti per spiegare il codice nello script.

Ogni volta che si apportano modifiche a uno script, è necessario ricaricarlo o eseguirlo affinché le modifiche funzionino.

Per caricare lo script, fai doppio clic sul file di script o fai clic con il pulsante destro del mouse sul file di script e scegli Esegui script . Se stai modificando uno script in esecuzione, assicurati di ricaricare lo script facendo clic con il pulsante destro del mouse sull’icona AutoHotkey ( AutoHotkey systray o icona dell'area di notifica) nell’area di notifica di Windows e scegli Ricarica questo script .

Una volta caricato lo script, dovresti essere in grado di digitare “ciao” nella seguente casella di testo e dopo aver premuto lo spazio o qualsiasi segno di punteggiatura, lo script digita “Ciao mondo! Il mio primo script”.Consiglio

Se non vuoi dover premere lo spazio o la punteggiatura, puoi aggiungere un asterisco tra i primi due due punti.

Successivamente, nel prossimo esempio, creeremo uno script che viene eseguito con un tasto di scelta rapida. Modifica lo script e aggiungi le tre righe seguenti al tuo script.

#F2:: 
invia Hello World{!} di
ritorno

Dopo aver aggiunto queste tre righe, salvare il file con lo stesso nome file e quindi ricaricare lo script. Se fatto correttamente, facendo clic nella casella di testo in basso e premendo il Windows keyF2verrà stampato “Hello World!” allo schermo.

È anche possibile aggiungere qualsiasi tasto di scelta rapida, i dati possono essere copiati negli e dagli appunti e lo script può essere sospeso per qualsiasi periodo di tempo. Modifica di nuovo lo script e apporta le seguenti modifiche allo script creato in precedenza.

#F2:: 
invia Hello World{!} 
invia {CTRLDOWN}{SHIFTDOWN}{HOME}{CTRLUP}{SHIFTUP} 
invia {CTRLDOWN}c{CTRLUP}{END} 
esempio = %clipboard% 
StringUpper,example,example 
sleep, 1000 
invia, - nuovo ciao = %esempio% 
ritorno

Nell’esempio sopra, le righe tre e quattro hanno introdotto come è possibile premere i tasti nello script per eseguire altre scorciatoie da tastiera. La terza riga sta premendo CtrlShiftHome per evidenziare tutto il testo prima del cursore e la riga successiva sta premendo Ctrl+C per copiare il testo evidenziato. Ogni volta che un tasto viene premuto (es. {CTRLDOWN}), assicurati che sia lasciato andare con su (es. {CTRLUP}), altrimenti rimane premuto e causa problemi.

La quinta riga introduce una variabile e il comando %clipboard% che contiene qualsiasi cosa negli appunti . Con questa riga, tutti i contenuti negli appunti vengono assegnati alla variabile “esempio”.

Il comando successivo rende la variabile di esempio tutta maiuscola utilizzando il comando StringUpper e riassegnando il testo maiuscolo alla variabile di esempio. Il comando StringLower può anche essere usato per rendere tutto minuscolo.

Successivamente, il comando sleep è un ottimo comando per far dormire lo script per un certo periodo di tempo. 1000 è uguale a 1 secondo. Questo comando è utile e spesso necessario se lo script deve attendere che il computer apra un programma o una finestra.

Infine, l’ultimo comando di invio aggiunge ” – new hello =” con il mondo hello ora tutto in maiuscolo. Questa versione rivista dello script può essere nuovamente testata nella casella di testo.

Script del mouse

Spia della finestra

Sebbene quasi tutto possa essere fatto usando le scorciatoie da tastiera, ci sono ancora volte in cui potresti voler fare clic da qualche parte sullo schermo. Usando il comando click, puoi fare clic su qualsiasi posizione dello schermo come mostrato nell’esempio seguente. Per determinare la posizione in cui si desidera fare clic, utilizzare l’utilità Window Spy che può essere aperta facendo clic con il pulsante destro del mouse sull’icona AutoHotkey ( Icona dell'area di notifica di AutoHotkey) e facendo clic su Window Spy. Mentre muovi il mouse, “In Active Window” mostra la posizione della posizione corrente del cursore del mouse. Dopo aver determinato dove si desidera fare clic, aggiungere il comando Click con la posizione in cui si desidera fare clic con il mouse.

#F2:: 
Fai clic su 980.381 
ritorno

Con questo comando, una volta premuto Windows keyF2, il mouse fa clic una volta su 980.381.

Esegui un programma

Se esegui spesso un programma, puoi aprirlo in uno script digitando run e il nome del file che desideri eseguire. In precedenza in questa pagina abbiamo fornito un esempio di come eseguire Blocco note digitando “esegui blocco note” nello script. Se hai familiarità con Windows Run , molti degli stessi comandi e modi in cui esegui un programma o apri un file funzionano in AutoHotkey. Di seguito sono riportati alcuni esempi aggiuntivi di ciò che il comando di esecuzione può fare in AutoHotkey.

Esegui, wordpad.exe, C:\Documenti, max

Nel primo esempio, questo aprirebbe WordPad con la directory predefinita C:\My Document e aprirebbe la finestra ingrandita .

Qualsiasi URL Internet può essere aggiunto dopo il comando di esecuzione per aprire quella pagina Web nel browser predefinito.

Esegui, mailto: [email protected] ?subject=Il mio oggetto&body=Esempio di testo del corpo.

Ecco un altro esempio del comando run, che invia un’e-mail utilizzando il client di posta elettronica predefinito e invia l’e-mail a [email protected] L’oggetto dell’e-mail è “Il mio oggetto” e il corpo del messaggio è “Esempio di testo del corpo”.

Utilizzo di variabili

Come altri linguaggi di programmazione e scripting, AutoHotkey supporta l’uso di variabili nello script. Come visto in precedenza, abbiamo dimostrato di copiare il contenuto degli appunti in una variabile. Una variabile in AutoHotkey può essere una stringa o un numero intero e non deve essere dichiarata come altri linguaggi di programmazione.

Nel nostro primo esempio, utilizziamo una variabile intera per sommare due numeri e visualizzare i risultati in una finestra di messaggio.

#F2:: 
esempio := 5+5 
msgbox, Esempio è uguale a %esempio% 
return
AutoHotkey msgbox

Nell’esempio sopra, “example” è il nome della nostra variabile, := sta assegnando l’espressione intera come valore di 5+5 (10). Una volta assegnata la variabile, utilizziamo il comando msgbox per aprire una finestra di messaggio e stamparne il valore. Ogni volta che si invia, si stampa o si assegna una variabile, questa deve iniziare e terminare con un simbolo di percentuale. Dopo aver salvato e ricaricato lo script sopra, premendo Windows keyF2dovresti vedere una finestra di messaggio simile all’esempio mostrato in questa pagina.

Nel prossimo esempio, assegniamo alla variabile un valore stringa e visualizziamo ancora una volta i risultati in una finestra di messaggio.

#F2:: 
esempio := "Luke" 
msgbox, Hello World! Il mio nome è %example% 
return

Nell’esempio sopra, stiamo assegnando la variabile di esempio a “Nathan” e poiché è una stringa deve essere racchiusa tra virgolette . Quando questa volta viene premuto Windows keyF2, lo script apre una finestra di messaggio che dice “Hello World! My name is Nathan”.

Per avere una variabile con una stringa e un numero intero, posiziona l’espressione fuori dalle virgolette, come mostrato nell’esempio seguente.

#F2:: 
esempio := "Esempio: " 5+5 
msgbox, la variabile mista è %esempio% di 
ritorno

Quando viene eseguita, la finestra di messaggio visualizza “Variabile mista è esempio: 10”

Dichiarazioni condizionali

Le istruzioni condizionali sono supportate anche con AutoHotkey e supportano gli operatori e (&&) o (||) e non (!). Di seguito sono riportati alcuni esempi di come è possibile utilizzare le istruzioni condizionali.

#F2:: 
esempio := 5 
se esempio = 5 
msgbox, true 
else 
msgbox, false 
return

Nell’esempio sopra, la variabile è assegnata a 5 e l’istruzione condizionale verifica che sia uguale a 5. Poiché questo è vero, msgbox stampa true. Se il valore di esempio non fosse uguale a 5, msgbox avrebbe restituito false.

Dopo aver visto il primo esempio di istruzione condizionale, penseresti di poter inserire virgolette attorno a una stringa nella variabile e nell’istruzione condizionale; tuttavia, questo non funziona. Se vuoi abbinare una stringa, racchiudi l’espressione tra parentesi, come mostrato nell’esempio seguente.

#F2:: 
esempio := "computer" 
if (esempio = "speranza") 
msgbox, true 
else 
msgbox, false 
return

Nell’esempio sopra, se la variabile di esempio è uguale a speranza, stampa vero, altrimenti stampa falso. Poiché la variabile di esempio è assegnata come “computer”, questo script restituisce false.

Creazione di un ciclo

Se c’è uno script che vuoi ripetere, inserisci lo script in un ciclo , come mostrato nello script di esempio seguente.

#F2:: 
loop, 5 
{ 
send Hello World{!} 
sleep 300 
} 
return

Una volta che lo script sopra è stato aggiunto e lo script ricaricato o eseguito, dovresti essere in grado di fare clic nella casella di testo e premere Windows keyF2per stampare Hello World! cinque volte. Il ciclo può essere esteso per ripetere tutte le volte che vuoi.

Espressioni regolari

Come altri linguaggi di scripting, AutoHotkey supporta anche l’uso di espressioni regolari (regex), che consente di sostituire qualsiasi testo all’interno di una stringa con altro testo. Una regex è utile quando si desidera modificare la formattazione del testo o rimuovere i dati non necessari all’interno di una stringa .

#F2:: 
esempio := " [email protected] " 
esempio:= RegExReplace(esempio, "@.*", "") 
msgbox, il nome utente è %esempio% 
return

Nell’esempio sopra, la terza riga con RegExReplace sostituisce @ e tutto ciò che segue con niente. Di conseguenza, la variabile di esempio mostra solo l’account nome utente dell’indirizzo e-mail. Quando si preme Windows keyF2, nella finestra di messaggio viene visualizzato “Il nome utente è supportato”.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?