Primo Computer: nasceva 70 anni fa UNIVAC I e pesava 13 tonnellate 4.8 (312)

FONTE: https://www.bitmat.it/ Il 31 marzo 1951 viene consegnato all’ United States Census Bureau il primo computer commerciale della storia e il costo si aggirava tra i 1,2 e 1,5 milioni di dollari. Il 31 marzo del 1951, esattamente 70 anni fa, gli ingegneri J. Presper Eckert e John Mauchly, consegnarono all’ United States Census Bureau il primo computer commerciale al mondo che prese il nome di UNIVAC I (Universal Automatic Computer I) con l’ obiettivo di monitorare il cosiddetto baby boom, ovvero il sostanziale aumento demografico che si verificò in…

Storia del DOS 4.8 (100)

ll DOS (Disk Operating System), nelle sue varie incarnazioni, è stato il sistema operativo di “massa” degli anni ’80 e dei primi anni ’90, direttamente legato allo sviluppo dei PC IBM (cloni). Lo sviluppo del DOS inizia nell’ottobre 1980 quando IBM effettua una ricerca di mercato per un sistema operativo da pre-installare sul nascituro Personal Computer. Big Blue propende inizialmente per il CP/M della Digital Research (DR) già presente su un numero impressionante di calcolatori eterogenei dell’epoca. In realtà la trattativa con DR si rileva…

Storia della Sinclair 5 (100)

La realizzazione di prodotti innovativi per ciò che riguarda capacità tecnica, design e presentazione pubblicitaria è una caratteristica distintiva dell’impegno di Sinclair nell’elettronica, già molti anni prima dell’arrivo dei computer. Sinclair Radionics, la società in cui Clive Sinclair si fa le ossa assieme a Jim Westwood dall’inizio degli Anni 60 è una fucina di prodotti innovativi, gran parte dei quali sono circuiti in kit destinati agli sperimentatori dell’elettronica: radioamatori, audiofili e studenti. Appassionati che hanno come punto di riferimento la stampa periodica…

OLIVETTI 5 (100)

Le origini e il contesto territoriale Il 29 ottobre 1908 Camillo Olivetti costituisce a Ivrea la Ing. C. Olivetti & C. S.p.A., “prima fabbrica italiana di macchine per scrivere”. La prima macchina per scrivere è la M1, presentata nel 1911 alla Esposizione Universale di Torino. Negli anni successivi l’Azienda cresce rapidamente, ampliando e diversificando l’offerta e sviluppando la presenza commerciale in Europa e nel mondo. Vengono lanciati nuovi modelli di macchine per scrivere (fra cui le prime portatili), seguite da telescriventi, calcolatrici, mobili…

LOTUS 4.9 (100)

Probabilmente tutti, anche chi si è avvicinato al mondo dell’informatica di recente, avranno sentito parlare di Lotus, una delle software house che più hanno segnato l’evoluzione dell’informatica. Oggi Lotus è la divisione software di IBM ed ha ben poco di quella che era la gloriosa società fondata nel 1982 da Mitch Kapor e Jonathan Sachs con il sostegno finanziario della Sevin Rosen Funds. Il nome “Lotus” fu scelto da Kapor con riferimento alla posizione yoga “The Lotus Position” (anche nota come Padmasana), disciplina di cui era gran…

Le origini di Atari 0 (0)

La storia di Atari è legata al suo fondatore, Nolan Key Bushnell, nato il 5 febbraio del 1943 a Ogden, nello stato dello Utah. Figlio di un imprenditore edile, comincia ad appassionarsi ai temi tecnologici già nei primi anni della scuola dell’obbligo, dilettandosi con i “science box”. Il giovane Nolan si trova a confrontarsi già in adolescenza con il mondo degli affari a causa della prematura scomparsa del padre, quando appena 15enne gli succede nella gestione dei contratti in corso. Nolan Bushnell…

Storia della Commodore 4.8 (100)

La storia di Commodore si intreccia agli inizi con quella del suo padre-padrone, Jack Tramiel: polacco di origine ebraica sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti, emigrato adolescente negli Stati Uniti nel dopoguerra. Dopo una breve esperienza di lavoro nell’esercito americano come elettricista e riparatore tuttofare, Tramiel decide di aprire un piccolo laboratorio di macchine per ufficio a New York nel Bronx. In società con un amico crea nel 1954 Commodore Portable Typewriters, il cui nome (come spiegato dallo stesso Tramiel in un’intervista)…

Leggende Informatiche: Olivetti -Programma 101 Capitolo 1 5 (311)

L’invenzione del personal computer: una storia appassionante mai raccontata PierGiorgio Perotto Capitolo primo:    L’età’ dell’oro e la sua fine Introduzione. Era un giorno di aprile del 1957. Con la mia 600, che era quanto mi era rimasto dei due anni passati alla Fiat, stavo andando da Torino a Pisa, dove l’Olivetti aveva aperto un laboratorio di ricerche avanzate nel campo dell’elettronica. Quando ero in Fiat di questo laboratorio si parlava come di una cosa mitica. D’altra parte in quegli anni…

Leggende Informatiche: Olivetti -Programma 101 Capitolo secondo 0 (0)

Capitolo secondo : La grande mistificazione 1 Il socio americano. Anche se era a tutti noto che i nuovi padroni non erano precisamente innamorati della elettronica, nel laboratorio di Pregnana eravamo in curiosa attesa di quello che avrebbe potuto succedere. Infatti non era facile anche solo fare delle congetture, visto che nel passato molti contatti avviati con possibili partner europei ed americani si erano risolti con un nulla di fatto. I tedeschi della Siemens, come gli inglesi della ICT e i…

PROGRAMMA 101:Capitolo terzo – Una piccola grande idea 4.9 (188)

Le catene del grande calcolatore. Lo stato delle tecnologie elettroniche all’inizio degli anni 60 non era certo paragonabile a quello a cui oggi siamo abituati. La rivoluzione della microelettronica era ancora tutta di là da venire. Soltanto a partire dal 1958 i tubi a vuoto, le valvole, ingombranti, costosi e dissipatori di calore, avevano cominciato ad essere sostituiti dai transistor. Questi dispositivi, inventati negli anni 40 nei laboratori della Bell, cominciarono a diventare convenienti nel 1956, quando il governo federale…

PROGRAMMA 101:Capitolo quinto -La rivoluzione microelettronica 0 (0)

Capitolo quinto :     La rivoluzione microelettronica 1 Il ritardo dell’Olivetti. Malgrado le traumatiche vicende che avevano caratterizzato la fine del 1965 e l’inizio del 1966, l’establishment della Olivetti continuava ad essere tenacemente ancorato ad una visione molto tradizionale dei problemi. L’avviamento dei nuovi prodotti meccanici era praticamente fallito, anche se le Logos 27 continuavano ad essere presentate, e, con le speranze di rilancio sui mercati di massa, se ne erano andati fior di miliardi di progetti abortiti, di attrezzature da…

Programma 101 – Capitolo sesto : Un’occasione perduta ? 0 (0)

Insipienza o complotto ? Le vicende che abbiamo raccontato nei capitoli precedenti sono generalmente poco note, tanto e’ vero che molti pensano che il personal computer sia stato inventato in America nei primi anni 70, ossia sette anni dopo la realizzazione della Programma 101.  La stessa Olivetti non ha mai dato particolare enfasi a quell’evento, forse perché associato ad un periodo molto tribolato della sua storia. Eppure io sono convinto che la storia dell’informatica italiana degli anni 60 sia estremamente…

PROGRAMMA 101:Capitolo quarto – Il momento della verità 0 (0)

La fiera di New York. La decisione di presentare la macchina alla fiera di New York ebbe il benefico effetto di legittimare il nostro lavoro all’interno della Olivetti e di farci ottenere più facilmente maggiori risorse per completarne la messa a punto. Il lavoro da fare era ancora tanto e fino a quel momento disponevamo di un solo prototipo sul quale dovevano essere eseguite una grande quantità di prove e di verifiche tecniche. Vi era inoltre da mettere a punto…

LEGGENDE INFORMATICHE: Quando la Olivetti inventò il pc e conquistò New York 0 (0)

Cinquant’anni fa il lancio della P101, usato dalla Nasa per Apollo 11 e copiato da Hp «Sognavo una macchina che sapesse imparare e poi eseguire docilmente, che consentisse di immagazzinare istruzioni e dati, ma nella quale le istruzioni fossero semplici e intuitive, il cui uso fosse alla portata di tutti e non solo di pochi specialisti. Perché questo fosse realizzabile, essa doveva soprattutto costare poco e non essere di dimensioni diverse dagli altri prodotti per l’ufficio, ai quali la gente…

LEGGENDE INFORMATICHE: Recuperare un hard disk con il congelatore 0 (0)

Fino a qualche anno fa un mito molto diffuso riguardava la possibilità di recuperare i dati da un hard disk corrotto tenendolo nel surgelatore; per quanto possa sembrare una semplice invenzione pare che con le prime tecnologie il rimedio fosse valido, in quanto gli hard disk dipendevano molto dalla temperatura circostante. Il problema di questo approccio, sostanzialmente sconsigliato e ridotto ad oggi a semplice leggenda, è che così facendo si può creare uno strato di condensa sui piatti del disco…

LEGGENDE INFORMATICHE: Usare lo smartphone durante la ricarica lo fara’ esplodere… 0 (0)

LA LEGGENDA : Usare lo smartphone durante la ricarica lo fara’ esplodere… Più volte abbiamo sentito, o ci è stato detto: non utilizzate mai il telefono durante le fasi di ricarica perché il dispositivo potrebbe eccessivamente riscaldarsi e addirittura esplodere. ……Si tratta di un falso mito a cui non credere. Il telefono può essere usato tranquillamente durante le fasi di ricarica. Può essere sconsigliato usare delle app o dei giochi che richiedono prestazioni molto alte, oppure evitare di fare dei video molto…

LEGGENDE INFORMATICHE: Fare durare di più la batteria del telefono con un codice 0 (0)

LA LEGGENDA: Solo per esperti, non fatelo sul vostro smartphone principale. In questo caso si tratta di una leggenda molto amplificata nelle aule universitarie ed in certi ambienti tecnologici: per fare durare di più la batteria basterebbe, su alcuni modelli (tra cui i NOkia) digitare il codice di stringa *3370# (modalità detta Half Rate Codec). Ciò tuttavia corrisponde a degradare la qualità della telefonata risparmiando energia, con un risparmio fino a 30% in più a costo di telefonate molto meno chiare…