Comando cmd

23 / 100

Il comando cmd e’ il prompt dei comandi

Il prompt dei comandi (chiamato anche cmd.exe, diretto successore del vecchio command.com) è un programma interno a Microsoft Windows avente un’interfaccia grafica stile MS‑DOS (Microsoft Disk Operating System). È ufficialmente denominato “processore dei comandi di Windows”, ma a volte viene anche chiamato shell dei comandi o prompt cmd, o facendo riferimento al già citato nome del file che lo rappresenta (cmd.exe).

Eseguendo il prompt, Windows apre una finestra (con sfondo nero) dove è possibile digitare dei comandi da fare interpretare al sistema operativo. Il termine Prompt dei comandi si riferisce anche alla parentesi angolare chiusa (>, coincidente con il segno di maggiore) che indica che l’interfaccia della riga di comando è pronta per accettare comandi.

Come aprire il Prompt dei Comandi

Il Prompt dei Comandi può essere aperto in diversi modi:

  • tramite il collegamento situato nel menu Start o nel menu App (a seconda della versione di Windows)

  • tramite il comando Esegui (accessibile anche con la scorciatoia di tastiera WIN + R), digitando cmd

  • aprendolo dalla posizione originale in C:\Windows\system32\cmd.exe

Un altro modo per aprire il prompt dei comandi, in alcune versioni di Windows, è tramite il menu Power User. Rimandiamo però questo argomento alle lezioni successive di questa guida, quando discuteremo meglio la PowerShell.

Introduzione ai comandi

Esistono molti comandi da poter usare nel Prompt di Windows, ma la loro presenza differisce in base alla versione del sistema operativo. In genere, il Prompt è sempre stato aggiornato con l’avanzare delle differenti versioni di Windows. Alcuni dei comandi più comunemente utilizzati e che risultano essere condivisi nella maggior parte delle versioni di Windows sono chkdskcopyftpdelformatpingattribcdnetdirhelp e shutdown.

Ognuno di questi comandi permette di attivare una particolare funzione. I comandi possono anche essere concatenati tra loro, in modo che il risultato di uno possa essere considerato come l’input di un altro, dando vita a catene di comandi sempre più complessi e avanzati.

Una delle prime esperienze da fare per apprendere l’uso del Prompt dei Comandi consiste nell’uso dei comandi cd e dir, usati per spostarsi all’interno del file system di Windows.

Apriamo il Prompt secondo una delle modalità presentate sopra. Per semplicità, se usiamo Windows 10 possiamo digitare, nella barra di ricerca in basso a sinistra, la parola cmd. Ciò dovrebbe fornire come primo risultato della ricerca il Prompt dei comandi, come mostrato nella figura seguente:

Una volta aperto il Prompt, dovremmo trovarci davanti la seguente schermata:

Nel primo rigo del Prompt viene visualizzata la versione del nostro sistema operativo (comprensivo di relativi aggiornamenti). Nella riga in cui appare C:\Users\metak>, il Prompt ci sta dicendo che ci troviamo attualmente all’interno della directory C:\Users\metak. Nel nostro caso il nome utente è metak, ma voi troverete il nome utente che avete scelto durante l’installazione del sistema operativo. Quindi:

C:\Users\nomeutente>

Copy

A questo punto, scriviamo il seguente comando dir e diamo INVIO da tastiera. Quella che vedremo è una lista di tutti i file contenuti nella directory C:\Users\nomeutente>.

Per cambiare directory, dobbiamo usare il comando cd, seguito dal path che vogliamo andare a visitare. Se, ad esempio, volessimo spostarci tramite Prompt nel Desktop di Windows, dovremmo digitare il comando seguente:

cd Desktop

Copy

Premendo quindi il tasto INVIO della tastiera, dovremmo arrivare a vedere la seguente schermata:

Vediamo che il path del sistema prima del simbolo > è cambiato. Questo ci dice che attualmente non ci troviamo più nel path C:\Users\metak>, bensì in C:\Users\metak\Desktop>.

Digitando nuovamente il comando dir, vedremo una lista di file ben diversa da quella ottenuta precedentemente. Questo perché ci siamo spostati all’interno di un’altra directory. Per ritornare nella directory precedente, possiamo usare nuovamente il comando cd, seguito dal path di destinazione desiderato, quindi:

cd C:\Users\metak

Copy

Volevo spostarci all’interno della parent directory, ovvero la directory che contiene quella corrente, possiamo sfruttare una scorciatoia, usando cioè il comando cd seguito da due punti:

cd ..

Copy

Nelle lezioni successive impareremo ad utilizzare comandi più avanzati.