Come aggiungere un nuovo Hard Disk in GNU Linux 1° parte

8 / 100
()

Quando si tratta di aggiungere un nuovo hard disk ad un server GNU Linux non sempre tutti sono d’accordo sul fatto che si tratti proprio di una passeggiata; soprattutto se questa operazione viene eseguita “a caldo”.

Se è vero che il Desktop Manager è di grande aiuto per le installazioni Desktop del sistema operativo del pinguino, quando questo utilissimo strumento viene a mancare, di solito alcuni pensano iniziano i guai. Personalmente invece penso che sia anche meglio.

Solitamente in una installazione server, non viene installato il Desktop Manager; questo è giustificato da diverse motivazioni:

  • Minore Footprint del sistema operativo;
  • Maggiori performance per l’assenza di processi che richiedono Rendering grafico;
  • Maggiore memoria libera per i processi essenziali (mail server, http server, eccetera).

Tuttavia, come accennato, in una installazione GNU Linux Server non abbiamo nessun aiuto, e ci toccherà fare tutto manualmente e senza l’aiuto di tool visuali

Ma niente paura; aggiungere un nuovo hard disk ad un server Linux è più facile a dirsi che a farsi. Basta seguire questa breve guida ed anche coloro che si sono accostati da poco al Magico Mondo di Linux, riusciranno con successo nell’impresa.

Il Contesto

Prima di procedere può essere utile qualche informazione sul contesto nel quale operare. Infatti, non tutti i sistemi sono uguali, così come pure non tutti i dischi sono uguali (anche i sistemisti non sono tutti uguali, ma questa è un’altra storia).

Quindi, per amor di chiarezza, cercherò di descrivere al meglio il contesto e soprattutto l’ambiente che ho utilizzato per scrivere questo sintetico How To e gli esempi a corredo.

Non a caso, tutti gli esempi che incontrerai più oltre, sono tutti esempi reali; ossia, non presi da qualche altra guida teorica chissà dove, ma il frutto di una implementazione fatta davvero.

  • La macchina utilizzata è una Macchina Virtuale (VM) Virtualbox, ma ciò non toglie nulla all’essenza dell’esercizio.
  • Il nuovo hard disk aggiunto è un disco anch’esso virtuale. Anche qui, al di la dei nomi dei device, c’è ben poco di diverso da un vero disco (dopotutto una macchina virtuale è pur sempre una emulazione di una fisica).
  • La distribuzione GNU Linux usata per l’esercizio è una CentOS 7.6.1810, ma può essere utilizzata qualsiasi altra distribuzione GNU Linux recente.
  • Tutte le operazioni descritte in questo posto sono state eseguite su un server appena installato al quale sono state applicate alcune operazioni preliminari di post-installazione.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?