Come tornare a Windows 10 se vi siete pentiti di Windows 11

14 / 100

Come tornare a Windows 10 se vi siete pentiti di Windows 11

Se siete scontenti della beta di Windows 11, ci sono alcuni modi per tornare indietro al più stabile Windows 10, ecco come fare
La beta di Windows 11 ha recentemente ricevuto il suo primo grande aggiornamento di versione, ma per un motivo ben preciso, alcuni utenti non sono soddisfatti: non è più possibile tornare al classico layout del menu di avvio di Windows. Gli utenti di Windows 11 sono ora costretti a utilizzare il menu di avvio e la barra delle applicazioni ridisegnati che si trovano al centro nella parte inferiore dello schermo.

Il nuovo menu di avvio non sembra male, di per sé, ma molti utenti non sono contenti del cambiamento.
Ora, sebbene sia possibile che si tratti solo di una modifica temporanea e che il vecchio menu Start ritorni in un aggiornamento futuro, non è l’unico problema riscontrato da Windows Insider. Windows 11 è ancora nella fase di test iniziale, quindi bug, funzionalità mancanti e problemi di compatibilità sono comuni. Anche se vale la pena aggiornare il modulo finale di Windows 11, alcuni utenti potrebbero essersi pentiti dell’aggiornamento alla versione beta.

Se siete tra questi, non preoccupatevi, potete tornare indietro a Windows 10 (e al suo layout del menu Start).

Esistono due metodi di ripristino:

a – Ripristinare una vecchia versione di Windows dal menu delle impostazioni di Windows 11.
b – Reinstallare un’istanza pulita di Windows 10 utilizzando un disco di installazione o un’unità USB.

Tornare a Windows 10 dalle impostazioni di Windows 11 è l’opzione più rapida e semplice, poiché lascia intatti i vostri file personali. Tuttavia, è disponibile solo per 10 giorni dopo l’installazione di Windows 11, dopodiché i vecchi file di sistema vengono eliminati definitivamente e non possono essere ripristinati, quindi non sarà disponibile per i beta tester che utilizzano Windows 11 da alcune settimane.

Fortunatamente, potete ancora reinstallare Windows 10 utilizzando il supporto di installazione, ma così facendo ripristinerete le impostazioni di fabbrica del vostro PC, quindi tutti i vostri file e le app verranno eliminati.

In entrambe le opzioni, dovreste eseguire il backup dei file prima di procedere. Anche se il metodo di ripristino conserva i file, è sempre possibile che qualcosa vada storto. Esistono diversi metodi per eseguire il backup del vostro PC Windows, ma il modo migliore è semplicemente copiare tutto ciò che desiderate salvare su un disco rigido esterno.

Come tornare a Windows 10 dal menu delle impostazioni di Windows 11
Andate su Impostazioni > Sistema > Ripristino.
Scorrete fino a Opzioni di ripristino > Versione precedente di Windows e selezionate “Torna indietro” se disponibile.

In caso contrario, passate al metodo di seguito.

Vi verrà chiesto di fornire un motivo per la disinstallazione di Windows 11 e se desiderate controllare gli aggiornamenti invece di disinstallare Windows 11.

Cliccate su “No, grazie” per continuare con il rollback.
Seguite le restanti istruzioni sullo schermo, quindi selezionate “Torna alla build precedente” per avviare finalmente il processo.

Lasciate che il processo di rollback venga completato. L’operazione potrebbe richiedere un po’ di tempo, ma una volta terminato, tornerete al sicuro su Windows 10 con i file intatti.

Come disinstallare Windows 11 e reinstallare Windows 10
La reinstallazione di Windows 10 richiede una qualche forma di supporto di installazione fisico. Se possiedete un disco di installazione di Windows 10 (e il vostro PC ha un’unità disco), inseritelo e seguite le istruzioni di installazione sullo schermo.

Se non disponete di un disco di installazione, e probabilmente la maggior parte delle persone non lo ha, potete creare il vostro disco di installazione o una chiavetta USB. Avrete bisogno di scaricare il tool di installazione di Windows 10, un disco vuoto o una chiavetta USB con almeno 8 GB di spazio.

Eseguite il programma, quindi seguite le istruzioni sullo schermo per creare il supporto di installazione ed eseguire il processo di installazione di Windows 10.

Questo richiederà un po’ di tempo. Dovrete anche installare gli aggiornamenti di Windows, reinstallare le vostre app e ripristinare i file di backup, quindi ritagliatevi un bel po’ di tempo prima di aggiornare.

Leggere anche:

Translate »