Crea sito
25 Ottobre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR INFORMATICO

Come velocizzare e ottimizzare Windows 10

7 min read
Come velocizzare il PC: Attenzione alle applicazioni di sincronizzazione in Cloud Fra i programmi che si avviano automaticamente con il nostro computer, meritano una particolare attenzione quelli per sincronizzare le cartelle in Cloud, per esempio Backup e Sincronizzazione di Google (googledrivesync.exe), Microsoft OneDrive e Dropbox.



Se il nostro PC ci sembra lento, prima di spendere per un upgrade, proviamo questi trucchi per velocizzare il computer Sembra passato un secolo da quando in nostro computer nuovo fiammante sembrava velocissimo, mentre oggi è un chiodo.

La buona notizia è che spesso la colpa è solo del software che abbiamo installato.

Per questo motivo possiamo velocizzare il computer rapidamente e gratis, semplicemente lavorando sulle impostazioni.

Ecco come fare. Velocizzare il computer, si lavora sulle impostazioni

Fra le cause che rendono lento un computer senza dubbio ci sono le applicazioni in background, cioè quelle che partono automaticamente all’avvio del computer. Queste incidono sia sui tempi di avvio, sia sulla velocità del computer una volta partito, perché occupano memoria e processore senza che ce ne rendiamo conto.

Alcune di queste sono indispensabili, per esempio gli antivirus, mentre altre sono superflue. Per vedere la lista completa e decidere quali tenere, avviamo Gestione attività. Possiamo farlo sia facendo click con il tasto destro sulla barra delle applicazioni, sia cercandolo in Cortana. Se una volta lanciato si presenta nella versione “minimale”, facciamo click su più dettagli. Una volta che abbiamo la visualizzazione completa, spostiamoci nella sezione Avvio. Qui possiamo disabilitare tutti i programmi non strettamente indispensabili, magari aiutandoci con una ricerca su Internet nel caso in cui qualcuno ci sembra sconosciuto.Basta fare click con il tasto destro sulla voce e selezionare Disabilita. Windows stesso ci offre la possibilità di effettuare una ricerca sul Web.

Come velocizzare il PC: Attenzione alle applicazioni di sincronizzazione in Cloud Fra i programmi che si avviano automaticamente con il nostro computer, meritano una particolare attenzione quelli per sincronizzare le cartelle in Cloud, per esempio Backup e Sincronizzazione di Google (googledrivesync.exe), Microsoft OneDrive e Dropbox.

Questi infatti sono molto utili per molti aspetti, ma sottopongono il disco fisso a un grande lavoro in fase di avvio. Questo può rallentare notevolmente il nostro computer, in particolare se non dispone di un “nuovo” disco del tipo SSD, ma ha un normale disco meccanico. Prendiamo in considerazione l’idea di disattivarne il più possibile, in particolare se ne utilizziamo diversi ma in modo occasionale.

Velocizzare Windows 10 lavorando sul risparmio energetico: Uno degli altri sistemi per rendere il nostro computer più veloce è quello di controllare le impostazioni di risparmio energetico. Windows infatti può gestire in modo avanzato i nostri componenti hardware, per garantire il giusto equilibrio fra consumo e prestazioni. Il che è ottimo se vogliamo contenere i costi energetici, o se abbiamo un portatile. Ma se vogliamo velocizzare il computer al massimo, allora li possiamo modificare.

Per accedere alle impostazioni di risparmio energetico, la cosa più facile è, ancora una volta, usare Cortana e cercare risparmio energia. Nella finestra che si apre, facciamo click sulla freccia in su in alto a sinistra. Nella finestra opzioni risparmio energia selezioniamo Prestazioni elevate. Se non lo troviamo subito potrebbe essere fra le combinazioni aggiuntive.

Per velocizzare Windows 10 al massimo possiamo usare la modalità gioco

Con il Creators Update, Windows 10 ha inserito la modalità gioco, che riduce al minimo le attività del sistema operativo, liberando tutte le risorse possibili per le altre applicazioni. Per attivarlo come prima cosa apriamo le impostazioni di Windows 10 e apriamo la sezione Giochi.

Nella finestra che si apre, selezioniamo Modalità gioco e assicuriamoci che sia attivata.

In questo modo il nostro computer sfrutterà al massimo tutte le prestazioni, al solo “costo” di lasciare un po’ indietro le attività in background. Ricordiamoci che l’attivazione della modalità gioco non è permanente, ma la dobbiamo lanciare ogni volta che ci servono prestazioni in più.

Si tratta comunque di un ottimo sistema per velocizzare il PC nei momenti in cui ci serve tutta la capacità di calcolo possibile per la App che siamo usando, anche se non si tratta nello specifico di un gioco.

1) Disattiviamo i programmi in auto-avvio

Il trucco più facile da applicare e anche più efficace per ottimizzare Windows 10 riguarda i programmi in auto-avvio, che inevitabilmente si piazzano all’avvio del sistema rallentando questa delicata fase e rallentando il PC viste le risorse occupate in termini di RAM e di disco fisso sempre impegnato.

Per disattivare tutti i programmi in auto-avvio (o solo quelli che non ci servono) basterà fare clic destro del mouse sulla barra inferiore e aprire il menu Gestione attività.

All’interno della finestra facciamo clic su Più dettagli e, nel menu avanzato, portiamoci nel tab Avvio.

Qui troveremo tutti i programmi impostati per avviarsi assieme a Windows: disattiviamoli tutti facendo clic destro su ogni singola voce e utilizzando l’opzione Disabilita.

In alternativa, se vogliamo fare una selezione più accurata, disabilitiamo quelli che presentano un Impatto all’avvio sui valori Media e Alta.

2) Consumo risorse

Anche su Windows 10 possiamo tenere d’occhio il consumo di risorse del sistema.

Per fare ciò è sufficiente aprire il menu Gestione attività, assicurarci che sia aperto il menu esteso con l’opzione Più dettagli e portarci infine del tab Prestazioni.

Possiamo controllare subito l’attività della CPU, della RAM dei vari dischi presenti e delle periferiche per la connessione di rete.

Per ottenere informazioni ancora più precise possiamo cliccare sui vari grafici oppure fare clic su Apri Monitoraggio risorse per avere un dettaglio più preciso di quali programmi o servizi stanno consumando di più rallentando il PC.

Oltre al monitoraggio risorse di Windows è sempre importante tenere d’occhio il registro eventi per capire l’origine degli errori che possono verificarsi di tanto in tanto.

3) Disattivare gli effetti grafici

Gli effetti visivi di Windows sono sempre stati un problema per i PC vecchi, fin da Windows Vista.

In Windows 10 è stato eliminato l’effetto Aero (quello delle trasparenze), ma ci sono comunque molte animazioni ed effetti grafici belli da vedere, ma pesanti.

Per disabilitare gli effetti grafici, portiamoci al percorso Pannello di controllo -> Sistema e sicurezza -> Sistema, facciamo clic su Impostazioni di sistema avanzate e poi su Impostazioni, sotto la sezione Prestazioni.

La stessa schermata è ottenibile facendo clic destro sull’icona Questo PC e aprendo il menu Proprietà.

Nella prima scheda basterà selezionare la voce Regola in modo da ottenere le migliori prestazioni.

Un trucco interessante per Windows 10 che permette di guadagnare molta velocità e diminuire il consumo di risorse è quello di impostare il tema grafico più leggero chiamato Aero Lite, che purtroppo è nascosto e non impostabile senza una procedura particolare.

Andiamo in C:\Windows\Resources\Themes , premiamo col tasto destro sul file aero.theme e selezioniamo Apri con -> Notepad.

Nella quinta linea del file di testo, trovare una proprietà chiamata DisplayName e modificarla scrivendo: DisplayName = Aero Lite

Allo stesso modo, trovare in basso la proprietà VisualStyles e modificare dove è scritto Aero.msstyles con Aerolite.msstyles

Salvare il file (ci vogliono diritti da amministratore per completare la procedura).

Ora, dal desktop, è possibile cliccare col tasto destro del mouse e scegliere la voce Personalizza, portandoci poi su Temi; da qui possiamo scegliere il tema leggero tra quelli disponibili.

4) Interrompere l’indicizzazione

La ricerca di programmi e file in Windows 10 è molto buona ma costa fatica al computer.

Si può disattivare quindi l’indicizzazione dei file per migliorare le prestazioni complessive del sistema sostituendo lo strumento di ricerca predefinito con uno alternativo più leggero.

Per disattivare la ricerca di Windows e l’indicizzazione, premiamo sull’icona del menu Start e cerchiamo il programma di sistema chiamato Opzioni di indicizzazione.

Dalla finestra facciamo clic su Modifica e rimuoviamo il segno di spunta a tutti i percorsi presenti nella sezione Modifica percorsi selezionati.

Dopo aver rimosso tutto, facciamo clic su OK e portiamoci in Avanzate, così da poter ricreare un indice vuoto facendo clic su Nuovo indice.

Qui ci sono diverse opzioni spiegate nell’articolo su come cercare nome e contenuto dei file in Windows

5) Usare le impostazioni di risparmio energetico per migliorare le prestazioni

Se si utilizza un computer portatile, utilizzando le impostazioni di risparmio energia saggiamente si potrà ottimizzare il sistema in modo sensibile.

L’impostazione delle prestazioni massime di tutti i componenti hardware del computer è quella migliore, anche se, ovviamente, consumerà più batteria nel caso il PC non sia collegato alla presa di corrente.

Apriamo quindi il menu Start, cerchiamo la voce Opzioni risparmio energia e selezioniamo la voce Prestazioni elevate.

Se si preferisse trovate una combinazione personalizzata migliore e più bilanciata, si può leggere la guida sulle Opzioni di risparmio energia di Windows.

6) Spegniamo ogni tanto il PC completamente (senza fast boot)

In un altro articolo abbiamo visto che c’è una funzione nuova per l’ avvio veloce di Windows 10: il PC non viene mai spento completamente, ma viene utilizzata una speciale modalità d’ibernazione per poter avviare il sistema molto più velocemente dopo lo spegnimento o un riavvio.

Per pulire la memoria da eventuali errori e per confermare gli aggiornamenti di sistema, ogni tanto sarebbe bene spegnere completamente il computer.

Per fare ciò basterà tenere premuto il tasto Maiusc (SHIFT) mentre clicchiamo sulla voce Arresta il sistema presente nel menu Start, così da spegnere il computer completamente senza fast boot attivo.

In alternativa possiamo cercare il programma Prompt dei comandi dal menu Start ed eseguire il comando

shutdown -s -t 0

Per poter spegnere il computer completamente senza le funzionalità ibride.

Consigliamo di effettuare questa operazione una volta al mese, così da risolvere ogni eventuale problema.

7) Utilizzare l’antivirus integrato

Perché installare un altro antivirus quando Windows ne ha uno integrato al suo interno, ottimizzato per rimanere leggero e poco ingombrante sulle risorse?

Quindi con Windows 10 non è più necessario cercare un antivirus, entrato di diritto tra i programmi che non servono più in Windows 10.

LEGGI ANCHE: Antivirus per Windows 10: meglio installarne uno o basta Windows Defender?

8) Modifiche da esperti

Per concludere la guida vi mostreremo una chiave di registro che piaceranno ai più geek:

MenuShowDelay è il nome di una proprietà in Windows dell’intervallo di tempo dal momento in cui si posa il cursore del mouse su un menù, fino all’apparizione dello stesso.

Per impostazione predefinita, il valore di questa proprietà è impostata su 400 millisecondi.

Modificando tale valore si può fare in modo che i menu compaiano più velocemente.

Premere Win + Q sulla tastiera per avviare la ricerca e digitare “regedit“.

Navigare verso la chiave HKEY_CURRENT_USER > Control Panel > Desktop , cercare la proprietà MenuShowDelay, cliccare col tasto destro e scegliere Modifica.

Nella finestra che appare, cambiare il 400 con 20.

Cliccare OK, riavviare il computer e verificare la differenza.

Translate »