EIGRP

13 / 100

EIGRP
La configurazione EIGRP è divisa in due modalità: la modalità di configurazione del router e la modalità di configurazione dell’interfaccia. La configurazione globale come il numero AS e le reti da annunciare sono configurate nella modalità di configurazione del router, la configurazione specifica dell’interfaccia come metriche e timer sono configurate nella modalità di configurazione dell’interfaccia.

I passaggi per abilitare EIGRP e definire le reti da pubblicizzare sono simili a quelli di RIP e possono essere eseguiti nei due passaggi seguenti:

Abilita EIGRP a livello globale utilizzando il comando di configurazione globale router eigrp as-number.

Questo comando ti porterà alla modalità di configurazione del routing come mostrato di seguito:
Router (config) #router eigrp 10
Router (config-router) #

Il numero AS può essere qualsiasi cosa da 1 a 65535 ma deve essere lo stesso su tutti i router che devono formare adiacenze.

Indica al router quali reti pubblicizzare utilizzando il comando network nella modalità di configurazione del routing come mostrato di seguito:
Router (config-router) #network 192.168.0.0

EIGRP offre la possibilità di utilizzare maschere jolly durante la configurazione di EIGRP, ma per CCNA utilizzeremo reti classful solo quando si definiscono le reti in EIGRP.

Ricorda che il comando di rete viene utilizzato per indicare al router le rotte connesse che desideri pubblicizzare. Qualsiasi route appresa da altri router verrà automaticamente annunciata. Non appena viene dato il comando di rete , EIGRP inizierà a inviare pacchetti di ciao alla rete e attenderà i pacchetti di ciao dai vicini.

La Figura verrà utilizzata per il resto delle sezioni EIGRP in questo capitolo.

Figura Rete di esempio EIGRP
Ora che sai come funziona EIGRP e come configurarlo, configuriamo la rete mostrata nella Figura 5-4 per vedere EIGRP in vigore. Non configureremo RouterE in questa sezione.

La configurazione richiesta sui quattro router per far funzionare EIGRP è mostrata di seguito. Tutti i router saranno configurati per essere EIGRP AS 10.

RouterA (configurazione) #router eigrp 10
RouterA (config-router) #network 192.168.1.0
RouterA (config-router) #network 192.168.4.0

RouterB (config) #router eigrp 10
RouterB (config-router) #network 192.168.1.0
RouterB (config-router) #network 192.168.2.0
RouterB (config-router) #network 10.0.0.0

RouterC (config) #router eigrp 10
RouterC (config-router) #network 192.168.2.0
RouterC (config-router) #network 192.168.3.0
RouterC (config-router) #network 192.168.6.0
RouterD (config) #router eigrp 10
RouterD (config-router) #network 192.168.4.0
RouterD (config-router) #network 192.168.4.0
RouterD (config-router) #network 192.168.5.0

Ora guarda la tabella di instradamento di ogni router per vedere l’effetto. Ricorda che le righe che iniziano con D denotano un percorso appreso da EIGRP.

RouterA#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

C 192.168.4.0/24 is directly connected, FastEthernet0/1
D 192.168.5.0/24 [90/307200] via 192.168.4.4, 00:03:22, FastEthernet0/1
D 10.0.0.0/8 [90/307200] via 192.168.1.2, 00:04:17, FastEthernet0/0
D 192.168.6.0/24 [90/2707456] via 192.168.1.2, 00:03:42, FastEthernet0/0
C 192.168.1.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
D 192.168.2.0/24 [90/2195456] via 192.168.1.2, 00:04:19, FastEthernet0/0
D 192.168.3.0/24 [90/2221056] via 192.168.1.2, 00:03:47, FastEthernet0/0

RouterB#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

D 192.168.4.0/24 [90/307200] via 192.168.1.1, 00:04:37, FastEthernet0/0
D 192.168.5.0/24 [90/332800] via 192.168.1.1, 00:03:33, FastEthernet0/0
10.0.0.0/8 is variably subnetted, 2 subnets, 2 masks
D 10.0.0.0/8 is a summary, 00:04:27, Null0
C 10.1.0.0/16 is directly connected, FastEthernet0/1
D 192.168.6.0/24 [90/2681856] via 192.168.2.3, 00:03:53, Serial0/0
C 192.168.1.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
C 192.168.2.0/24 is directly connected, Serial0/0
D 192.168.3.0/24 [90/2195456] via 192.168.2.3, 00:03:57, Serial0/0

RouterC#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

D 192.168.4.0/24 [90/2221056] via 192.168.2.2, 00:04:39, Serial0/1
D 192.168.5.0/24 [90/2246656] via 192.168.2.2, 00:04:11, Serial0/1
D 10.0.0.0/8 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:04:39, Serial0/1
C 192.168.6.0/24 is directly connected, Serial0/0
D 192.168.1.0/24 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:04:39, Serial0/1
C 192.168.2.0/24 is directly connected, Serial0/1
C 192.168.3.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0

RouterD#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

C 192.168.4.0/24 is directly connected, FastEthernet0/1
C 192.168.5.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
D 10.0.0.0/8 [90/332800] via 192.168.4.1, 00:04:22, FastEthernet0/1
D 192.168.6.0/24 [90/2733056] via 192.168.4.1, 00:04:22, FastEthernet0/1
D 192.168.1.0/24 [90/307200] via 192.168.4.1, 00:04:22, FastEthernet0/1
D 192.168.2.0/24 [90/2221056] via 192.168.4.1, 00:04:22, FastEthernet0/1
D 192.168.3.0/24 [90/2246656] via 192.168.4.1, 00:04:22, FastEthernet0/1

Arresto degli aggiornamenti EIGRP su un’interfaccia

Non appena EIGRP è abilitato su un’interfaccia, inizierà a inviare e ricevere pacchetti hello sulle sue interfacce. Molte situazioni richiedono che tu impedisca a EIGRP di inviare pacchetti di saluto da un’interfaccia o di formare un’adiacenza tramite tale interfaccia. Un esempio di tale situazione è quando un’interfaccia si connette a Internet. Non vuoi che i tuoi aggiornamenti di routing vengano inviati a Internet. In tali situazioni, è possibile utilizzare il comando dell’interfaccia passiva nella modalità di configurazione del routing per impedire a EIGRP di inviare pacchetti hello a quell’interfaccia.

Nella nostra rete di esempio, non è necessario inviare aggiornamenti EIGRP all’interfaccia fa0 / 1 sul RouterB. Possiamo fermare gli aggiornamenti in uscita da queste interfacce utilizzando i seguenti comandi:

RouterB (config) #router eigrp 10
RouterB (config-router) # passive-interface fa0 / 1

Si noti che il comportamento del comando dell’interfaccia passiva è diverso in EIGRP rispetto a RIP. In RIP, gli aggiornamenti non verranno inviati tramite un’interfaccia passiva ma continueranno a essere ricevuti. EIGRP d’altra parte, non invierà né riceverà aggiornamenti su un’interfaccia passiva.

Sistemi autonomi multipli

Come già saprai, AS viene utilizzato per raggruppare i router in un unico dominio amministrativo in EIGRP. I router appartenenti a AS diversi non formeranno un’adiacenza e quindi non scambieranno rotte.

Avere un singolo AS su una rete di grandi dimensioni può causare una topologia e una tabella di routing complicate. In tali reti, la convergenza può rallentare durante i cambiamenti di rete. Per mitigare questo problema, le reti di grandi dimensioni dovrebbero essere suddivise in più AS.

Le informazioni di routing non vengono condivise tra diversi AS per impostazione predefinita. La divisione di una rete di grandi dimensioni in più AS causerà tabelle di routing incomplete. Per mitigare ciò, i percorsi vengono ridistribuiti tra gli AS nei punti in cui si intersecano. Sebbene la ridistribuzione esuli dall’ambito di CCNA, dovresti ricordare quanto segue quando si tratta di ridistribuzione EIGRP:

Le rotte EIGRP normali sono chiamate rotte interne e hanno una distanza amministrativa (AD) di 90. D’altra parte, le rotte ridistribuite sono chiamate rotte esterne e hanno una distanza amministrativa di 170. Anche le rotte ridistribuite tra due AS EIGRP sono trattate come rotte esterne
Quando si ridistribuisce da un AS EIGRP a un altro, le metriche non vengono modificate. Questo perché EIGRP comprende le proprie metriche! D’altra parte, quando si ridistribuisce tra diversi protocolli di instradamento, è necessario indicare al protocollo di instradamento ricevente come trattare le metriche. Questo perché EIGRP non comprenderà le metriche di OSPF e allo stesso modo OSPF non comprenderà le metriche di EIGRP.
Supporto e riepilogo VLSM

EIGRP propaga le maschere di sottorete insieme alle rotte nei suoi aggiornamenti. Ciò gli consente di supportare VLSM (Variable length subnet mask). Come già saprai, VLSM aiuta a conservare le sottoreti tramite l’uso di maschere di sottorete. Questo aiuta anche EIGRP a supportare sottoreti non contigue. Una rete discontinua è quella che ha due sottoreti di una rete di classe collegate tra loro da un’altra rete di classe.

Un esempio di rete non contigua può essere visto nella Figura 5-4 dove le reti 10.1.0.0/16 e 10.2.0.0/16 sono separate da reti 192.168.x.0 / 24. Ricorda che RIPv1 non supporta tali reti.

EIGRP per impostazione predefinita non supporta le reti discontinue, ma può essere configurato per farlo. Per comprendere i problemi che sorgono quando un protocollo non supporta reti non contigue, configuriamo RouterE per utilizzare EIGRP:

RouterE (config) #router eigrp 10
RouterE (config-router) #network 192.168.5.0
RouterE (config-router) #network 192.168.6.0
RouterE (config-router) #network 10.0.0.0

Verifichiamo prima la tabella di instradamento su RouterE:

RouterE#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

D 192.168.4.0/24 [90/307200] via 192.168.5.4, 00:00:39, FastEthernet0/0
C 192.168.5.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
10.0.0.0/8 is variably subnetted, 2 subnets, 2 masks
C 10.2.0.0/16 is directly connected, FastEthernet0/1
D 10.0.0.0/8 is a summary, 00:00:26, Null0
C 192.168.6.0/24 is directly connected, Serial0/0
D 192.168.1.0/24 [90/332800] via 192.168.5.4, 00:00:39, FastEthernet0/0
D 192.168.2.0/24 [90/2246656] via 192.168.5.4, 00:00:39, FastEthernet0/0
D 192.168.3.0/24 [90/2195456] via 192.168.6.3, 00:00:34, Serial0/0

Ora per vedere il problema associato a un protocollo di routing che non supporta reti discontinue, dai un’occhiata alla tabella di routing del RouterA:

RouterA#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

C 192.168.4.0/24 is directly connected, FastEthernet0/1
D 192.168.5.0/24 [90/307200] via 192.168.4.4, 19:36:09, FastEthernet0/1
D 10.0.0.0/8 [90/307200] via 192.168.1.2, 00:01:02, FastEthernet0/0
D 192.168.6.0/24 [90/2221056] via 192.168.4.4, 00:01:10, FastEthernet0/1
C 192.168.1.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
D 192.168.2.0/24 [90/2195456] via 192.168.1.2, 19:37:06, FastEthernet0/0
D 192.168.3.0/24 [90/2221056] via 192.168.1.2, 00:01:10, FastEthernet0/0

Si noti che esiste un solo percorso verso la rete 10.0.0.0/8 che punta verso RouterB mentre nella nostra rete abbiamo due reti 10.x.0.0 / 16.

Allo stesso modo su RouterD, c’è solo una singola rotta 10.0.0.0/8 che punta verso RouterE:

RouterD#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

C 192.168.4.0/24 is directly connected, FastEthernet0/1
C 192.168.5.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
D 10.0.0.0/8 [90/307200] via 192.168.5.5, 00:02:41, FastEthernet0/0
D 192.168.6.0/24 [90/2195456] via 192.168.5.5, 00:02:49, FastEthernet0/0
D 192.168.1.0/24 [90/307200] via 192.168.4.1, 19:37:52, FastEthernet0/1
D 192.168.2.0/24 [90/2221056] via 192.168.4.1, 19:37:52, FastEthernet0/1
D 192.168.3.0/24 [90/2221056] via 192.168.5.5, 00:02:49, FastEthernet0/0

Quindi il traffico destinato alla rete 10.2.0.0/16 verrà instradato a RouterE da RouterD ma a RouterB da RouterA.

Ciò accade in EIGRP perché per impostazione predefinita EIGRP riepiloga automaticamente le reti ai confini di classe. Ciò significa che RouterB e RouterE pubblicizzano di default la rete 10.x.0.0 / 16 come rete 10.0.0.0/8. Questo comportamento di EIGRP può essere modificato per supportare le reti non contigue utilizzando il comando no auto-summary nella modalità di configurazione globale. I seguenti comandi disabilitano il riepilogo automatico su tutti i router nella nostra rete:

RouterA(config)#router eigrp 10
RouterA(config-router)#no auto-summary

RouterB(config)#router eigrp 10
RouterB(config-router)#no auto-summary

RouterC(config)#router eigrp 10
RouterC(config-router)#no auto-summary

RouterD(config)#router eigrp 10
RouterD(config-router)#no auto-summary

RouterE(config)#router eigrp 10
RouterE(config-router)#no auto-summary

Le modifiche di cui sopra faranno sì che EIGRP ripristini tutte le adiacenze e le formi di nuovo, creando una piccola finestra quando le tabelle di instradamento non verranno aggiornate. Dopo che le adiacenze sono tornate, la tabella di instradamento sul RouterA sarà simile alla seguente:

RouterD#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

C 192.168.4.0/24 is directly connected, FastEthernet0/1
C 192.168.5.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0
10.0.0.0/16 is subnetted, 2 subnets
D 10.2.0.0 [90/307200] via 192.168.5.5, 00:17:27, FastEthernet0/0
D 10.1.0.0 [90/332800] via 192.168.4.1, 00:17:31, FastEthernet0/1
D 192.168.6.0/24 [90/2195456] via 192.168.5.5, 00:23:37, FastEthernet0/0
D 192.168.1.0/24 [90/307200] via 192.168.4.1, 19:58:39, FastEthernet0/1
D 192.168.2.0/24 [90/2221056] via 192.168.4.1, 19:58:39, FastEthernet0/1
D 192.168.3.0/24 [90/2221056] via 192.168.5.5, 00:23:37, FastEthernet0/0

Come hai visto in questa sezione, le reti discontinue possono causare problemi di routing ma EIGRP può supportarle con una piccola modifica.

Bilanciamento del carico EIGRP e salti massimi

Come RIP, EIGRP può bilanciare il carico su un valore predefinito di 4 percorsi di costo uguale. Può essere configurato per bilanciare il carico su un massimo di 6 percorsi (per versioni IOS precedenti) e 16 percorsi (per versioni IOS 12.2 (33) e successive). La differenza tra il bilanciamento del carico EIGRP e RIP è che EIGRP può essere configurato per bilanciare il carico anche attraverso percorsi di costo disuguali.

Il bilanciamento del carico EIGRP può essere visto nella nostra configurazione su RouterC. Avrai notato che RouterC ha due percorsi per la rete 192.168.4.0/24 ed entrambi i percorsi utilizzano collegamenti simili. Quindi RouterC bilancia il carico del traffico destinato alla rete 192.168.4.0/24 come si può vedere nella sua tabella di routing:

RouterC#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

D 192.168.4.0/24 [90/2221056] via 192.168.6.5, 00:03:32, Serial0/0
[90/2221056] via 192.168.2.2, 00:03:32, Serial0/1
D 192.168.5.0/24 [90/2195456] via 192.168.6.5, 00:03:32, Serial0/0
10.0.0.0/16 is subnetted, 2 subnets
D 10.2.0.0 [90/2195456] via 192.168.6.5, 00:03:32, Serial0/0
D 10.1.0.0 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:03:32, Serial0/1
C 192.168.6.0/24 is directly connected, Serial0/0
D 192.168.1.0/24 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:03:38, Serial0/1
C 192.168.2.0/24 is directly connected, Serial0/1
C 192.168.3.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0

Per vedere l’effetto delle metriche sul bilanciamento del carico EIGRP, ho ridotto la larghezza di banda sull’interfaccia s0 / 0 a 100 Kbit / sec. Ciò ha causato un aumento del costo del percorso a 192.168.4.0/24 tramite 192.168.2.2. Poiché il costo è aumentato, EIGRP non effettuerà più il bilanciamento del carico lungo quel percorso. Di seguito è possibile vedere la modifica della larghezza di banda e l’effetto sulla tabella di instradamento:

RouterC(config)#int s0/0
RouterC(config-if)#bandwidth 100
RouterC(config-if)#end
RouterC#sh ip route
–output truncated–

Gateway of last resort is not set

D 192.168.4.0/24 [90/2221056] via 192.168.2.2, 00:00:08, Serial0/1
D 192.168.5.0/24 [90/2246656] via 192.168.2.2, 00:00:08, Serial0/1
10.0.0.0/16 is subnetted, 2 subnets
D 10.2.0.0 [90/2272256] via 192.168.2.2, 00:00:08, Serial0/1
D 10.1.0.0 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:00:08, Serial0/1
C 192.168.6.0/24 is directly connected, Serial0/0
D 192.168.1.0/24 [90/2195456] via 192.168.2.2, 00:00:08, Serial0/1
C 192.168.2.0/24 is directly connected, Serial0/1
C 192.168.3.0/24 is directly connected, FastEthernet0/0

Nell’output precedente si noti che il traffico verso 192.168.4.0/24 non è più bilanciato dal carico.

I percorsi massimi attraverso i quali EIGRP può bilanciare il carico possono essere configurati utilizzando il comando dei percorsi dei percorsi massimi come mostrato di seguito:

RouterA(config)#router eigrp 10
RouterA(config-router)#maximum-paths ?
<1-16> Number of paths

RouterA(config-router)#maximum-paths 6

Il bilanciamento del carico dei costi ineguale in EIGRP può essere ottenuto utilizzando il comando varianza, ma non rientra nell’ambito dell’esame CCNA.

Una delle limitazioni che EIGRP eredita dai protocolli del vettore di distanza è la limitazione del numero massimo di hop. Per impostazione predefinita, ha un numero massimo di hop di 100 ma può essere aumentato fino a 255 utilizzando il comando metric maximum-hops hops come mostrato di seguito:

RouterA(config)#router eigrp 10
RouterA(config-router)#metric maximum-hops ?
<1-255> Hop count

RouterA(config-router)#metric maximum-hops 255

Una cosa importante da ricordare quando si parla di conteggio dei salti in EIGRP è che il conteggio non viene utilizzato nel calcolo del costo di una rotta, ma viene utilizzato solo per limitare le dimensioni di un sistema autonomo.