Crea sito

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA

EXCEL: Utilizzare le tabelle pivot per riconoscere e dare un senso ai dati.

Le tabelle pivot vengono utilizzate per riorganizzare i dati in un foglio di calcolo. Non cambieranno i dati che hai, ma possono riassumere i valori e confrontare le diverse informazioni nel tuo foglio di calcolo, a seconda di cosa vorresti che facessero.

Diamo un’occhiata a un esempio. Diciamo che voglio dare un’occhiata a quante persone ci sono in ogni casa di Hogwarts. Potresti pensare che non ho troppi dati, ma per set di dati più lunghi, questo sarà utile.

Per creare la tabella pivot, vado in Dati> Tabella pivot. Excel popolerà automaticamente la tua tabella pivot, ma puoi sempre cambiare l’ordine dei dati. Quindi, hai quattro opzioni tra cui scegliere.

  1. Filtro report: consente di esaminare solo determinate righe nel set di dati. Ad esempio, se volessi creare un filtro per casa, potrei scegliere di includere solo gli studenti in Grifondoro anziché tutti gli studenti.

  2. Etichette di colonna: potrebbero essere le intestazioni nel set di dati.

  3. Etichette di riga: potrebbero essere le righe nell’insieme di dati. Entrambe le etichette di riga e di colonna possono contenere dati dalle tue colonne (ad esempio, il nome può essere trascinato sull’etichetta di riga o di colonna – dipende solo da come vuoi vedere i dati.)

  4. Valore: questa sezione ti consente di guardare i tuoi dati in modo diverso. Invece di inserire semplicemente qualsiasi valore numerico, puoi sommare, contare, media, max, min, contare i numeri o eseguire alcune altre manipolazioni con i tuoi dati. In effetti, per impostazione predefinita, quando trascini un campo su Valore, viene sempre conteggiato.

Dal momento che voglio contare il numero di studenti in ogni casa, andrò alla tabella pivot e trascinerò la colonna della casa sia sulle etichette delle righe che sui valori. Questo riassumerà il numero di studenti associati a ciascuna casa.

 

Tabella pivot di Excel

 

EXCEL: Use pivot tables to recognize and make sense of data.

Pivot tables are used to rearrange data in a spreadsheet. They won’t change the data you have, but they can summarize the values ​​and compare the different information in your spreadsheet, depending on what you would like them to do.

Let’s take a look at an example. Let’s say I want to take a look at how many people are in every Hogwarts house. You may think I don’t have too much data, but for longer datasets, this will be useful.

To create the pivot table, I go to Data> Pivot Table. Excel will automatically populate your pivot table, but you can always change the order of the data. So, you have four options to choose from.

1 Report Filter: Lets you examine only certain rows in the dataset. For example, if I wanted to create a home filter, I could choose to include only the students in Gryffindor rather than all the students.

2 Column labels: could be headers in the dataset.

3 Row labels: could be the rows in the data set. Both row and column labels can contain data from your columns (for example, the name can be dragged onto the row or column label – it just depends on how you want to see the data.)

4 Value: this section allows you to look at your data differently. Instead of simply entering any numeric value, you can add, count, average, max, min, count numbers or perform some other manipulations with your data. In fact, by default, when you drag a field to Value, it is always counted.
Since I want to count the number of students in each house, I will go to the pivot table and drag the house column to both the row labels and values.

This will summarize the number of students associated with each home.

Translate »
×

Benvenuto !

Fai clic su uno dei nostri specialisti elencati di seguito per avviare una chat di supporto su WhatsApp o inviaci un'e-mail a helpdesk [email protected]

You are Wellcome !

Click one of our helpdesk specialist below to start a chat on WhatsApp or send us an email to [email protected]

 

× HELPDESK