Crea sito

LINUX LEZ 11 – Gamme di caratteri

12 / 100

Gamme di caratteri

Se provieni da un altro ambiente simile a Unix o hai letto alcuni altri libri su questo argomento, potresti aver riscontrato le notazioni della gamma di caratteri [A-Z] e [a-z]. Queste sono le notazioni Unix tradizionali e hanno funzionato anche nelle versioni precedenti di Linux. Possono ancora funzionare, ma devi stare attento con loro perché non produrranno i risultati previsti a meno che non siano configurati correttamente. Per ora, dovresti evitare di usarli e utilizzare invece le classi di caratteri.

mkdir: crea directory

Il comando mkdir viene utilizzato per creare directory. Funziona così:

directory mkdir …

Si noti che quando tre periodi seguono un argomento nella descrizione di un comando (come nell’esempio precedente), significa che l’argomento può essere ripetuto.

Pertanto, il seguente comando:

mkdir dir1

creerebbe una singola directory denominata dir1.

Questo comando

mkdir dir1 dir2 dir3

creerebbe tre directory denominate dir1, dir2 e dir3.

Opzioni ed esempi utili

La Tabella sottostante descrive alcune delle opzioni comunemente usate (l’opzione breve e l’opzione lunga equivalente) per cp.

TABELLA 4.4

Opzione                                                Significato

-a,       –archive          Copia i file e le directory e tutti i loro attributi, inclusi proprietà e autorizzazioni. Normalmente, le copie assumono gli attributi predefiniti dell’utente che                                                                esegue la copia.

-i,       interactive   Prima di sovrascrivere un file esistente, chiedere conferma all’utente.Se questa opzione non viene specificata, cp sovrascriverà silenziosamente (il che significa che non ci saranno avvertimenti) i file.

-r,       –recursive    Copia ricorsivamente delle directory e dei loro contenuti. Questa opzione  (o l’opzione -a) è necessaria quando si copiano le directory.

-u       –update       Quando si copiano file da una directory a un’altra, copiare solo i file che non esistono o sono più recenti dei file corrispondenti esistenti nella directory di destinazione.Questo è utile quando copiando un gran numero di file mentre salta i file che non devono essere copiati.

-v,      –verbose       Visualizza i messaggi informativi durante l’esecuzione della copia.

 La Tabella 4-5 fornisce alcuni esempi di queste opzioni comunemente usate.

Tabella 4-5: esempi di cp

Comando           Risultato

cp file1 file2    Copia file1 in file2. Se il file2 esiste, viene sovrascritto il                                contenuto del file 1. Se il file2 non esiste, viene creato.

cp -i file1 file2  Come il comando precedente, tranne per il fatto che se il                             file2 esiste, viene richiesto all’utente prima che venga                                   sovrascritto

 cp file1 file2 dir1  Copia file1 e file2 nella directory dir1. La directory                                        dir1 deve già esistere

 cp dir1/* dir2        Utilizzando il carattere jolly, copia tutti i file presenti                                     in dir1 in dir2.La directory dir2 deve già esistere.

cp -r dir1 dir2        Copia il contenuto della directory dir1 nella directory                                    dir2.

Se la directory dir2 non esiste, viene creata e, dopo la copia, conterrà  gli stessi contenuti della directory dir1. Se la directory dir2 esiste, la directory dir1 (e il suo contenuto) verranno  copiati in dir2.

Translate »