Crea sito
25 Ottobre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR INFORMATICO

Qual è la differenza tra GPT e MBR durante il partizionamento di un’unità?

4 min read



Imposta un nuovo disco su Windows 10 o 8.1 e ti verrà chiesto se desideri utilizzare MBR (Master Boot Record) o GPT (GUID Partition Table). Oggi spieghiamo la differenza tra GPT e MBR e ti aiutiamo a scegliere quello giusto per il tuo PC o Mac.

GPT porta con sé molti vantaggi, ma MBR è ancora il più compatibile ed è ancora necessario in alcuni casi. A proposito, questo non è uno standard solo per Windows: anche Mac OS X, Linux e altri sistemi operativi possono usare GPT. Una struttura di partizione definisce come sono strutturate le informazioni sulla partizione, dove iniziano e finiscono le partizioni e anche il codice utilizzato durante l’avvio se una partizione è avviabile. Se hai mai partizionato e formattato un disco, o impostato un Mac per il dual boot di Windows, probabilmente hai dovuto gestire MBR e GPT. GPT è il nuovo standard e sta gradualmente sostituendo l’MBR.

GPT, o GUID Partition Table, è uno standard più recente con molti vantaggi tra cui il supporto per unità più grandi ed è richiesto dalla maggior parte dei PC moderni. Scegli MBR per compatibilità solo se ne hai bisogno.

Cosa fanno GPT e MBR?

Devi partizionare un’unità disco prima di poterla usare . MBR (Master Boot Record) e GPT (GUID Partition Table) sono due modi diversi di archiviare le informazioni di partizionamento su un’unità. Queste informazioni includono dove iniziano e iniziano le partizioni, quindi il tuo sistema operativo sa quali settori appartengono a ciascuna partizione e quale partizione è avviabile. Questo è il motivo per cui devi scegliere MBR o GPT prima di creare partizioni su un’unità.

MBR-o-gpt-inizializzazione disco

Limitazioni di MBR

L’MBR è stato introdotto per la prima volta con IBM PC DOS 2.0 nel 1983. Si chiama Master Boot Record perché l’MBR è un settore di avvio speciale situato all’inizio di un’unità. Questo settore contiene un caricatore di avvio per il sistema operativo installato e informazioni sulle partizioni logiche dell’unità. Il boot loader è un piccolo bit di codice che generalmente carica il boot loader più grande da un’altra partizione su un’unità. Se hai installato Windows, i bit iniziali del caricatore di avvio di Windows risiedono qui, ecco perché potresti dover riparare il tuo MBR se viene sovrascritto e Windows non si avvia. Se hai Linux installato, il boot loader GRUB si trova in genere nell’MBR.

MBR ha i suoi limiti. Per cominciare, MBR funziona solo con dischi di dimensioni fino a 2 TB. MBR supporta anche fino a quattro partizioni primarie: se vuoi di più, devi trasformare una delle tue partizioni primarie in una “partizione estesa” e creare partizioni logiche al suo interno. Questo è un piccolo trucco sciocco e non dovrebbe essere necessario.

partizioni-con-MBR finestre-disk-management-extended-

I vantaggi di GPT

GPT è l’acronimo di GUID Partition Table. È un nuovo standard che sta gradualmente sostituendo l’MBR. È associato a UEFI, che  sostituisce il vecchio BIOS ingombrante con qualcosa di più moderno . GPT, a sua volta, sostituisce il grosso sistema di partizionamento MBR con qualcosa di più moderno. Si chiama GUID Partition Table perché ogni partizione sul disco ha un “identificatore univoco globale” o GUID, una stringa casuale così lunga che ogni partizione GPT sulla terra probabilmente ha il suo identificatore univoco.

GPT non soffre dei limiti di MBR. Le unità basate su GPT possono essere molto più grandi, con limiti di dimensione che dipendono dal sistema operativo e dai suoi file system . GPT consente anche un numero quasi illimitato di partizioni. Ancora una volta, il limite sarà il tuo sistema operativo: Windows consente fino a 128 partizioni su un’unità GPT e non è necessario creare una partizione estesa per farle funzionare.

Su un disco MBR, i dati di partizionamento e di avvio sono archiviati in un’unica posizione. Se questi dati vengono sovrascritti o danneggiati, sei nei guai. Al contrario, GPT memorizza più copie di questi dati sul disco, quindi è molto più robusto e può recuperare se i dati sono danneggiati. GPT memorizza anche i valori di controllo di ridondanza ciclica (CRC) per verificare che i suoi dati siano intatti. Se i dati sono danneggiati, GPT può notare il problema e tentare di recuperare i dati danneggiati da un’altra posizione sul disco. MBR non aveva modo di sapere se i suoi dati erano danneggiati: vedevi che c’era un problema solo quando il processo di avvio falliva o le partizioni del tuo disco erano svanite.

windows-8,1-gpt-disk-management-con-più-che-quattro-primarie-partizioni

Compatibilità

Le unità GPT tendono a includere un “MBR protettivo”. Questo tipo di MBR afferma che l’unità GPT ha una singola partizione che si estende su tutta l’unità. Se provi a gestire un disco GPT con un vecchio strumento in grado di leggere solo MBR, vedrà una singola partizione che si estende su tutta l’unità. Questo MBR protettivo garantisce che i vecchi strumenti non confondano l’unità GPT con un’unità non partizionata e sovrascrivono i suoi dati GPT con un nuovo MBR. In altre parole, l’MBR protettivo protegge i dati GPT dalla sovrascrittura.

Windows può eseguire l’avvio da GPT solo su computer basati su UEFI che eseguono versioni a 64 bit di Windows 10, 8, 7, Vista e versioni server corrispondenti. Tutte le versioni di Windows 10, 8, 7 e Vista possono leggere le unità GPT e utilizzarle per i dati, semplicemente non possono avviarsi da esse senza UEFI.

Anche altri moderni sistemi operativi possono usare GPT. Linux ha il supporto integrato per GPT. I Mac Intel di Apple non usano più lo schema APT (Apple Partition Table) di Apple e usano invece GPT.

Translate »