Crea sito
21 Ottobre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR INFORMATICO

LINUX LEZ 3: Hardware – Quale scegliere

2 min read
Una scelta importantissima è quella della configurazione hardware, dal numero di interfacce di rete al numero di processori, dalla dimensione dei dischi fissi a quanta ram utilizzare. Ormai Linux offre una vasta compatibilità con la maggior parte dell'hardware esistente, sia direttamente a livello di kernel ufficiale, sia con driver rilasciati direttamente dai produttori, inoltre, per il vero hacker, avendo a disposizione i sorgenti del kernel, c'è sempre la possibilità ultima di scriversi autonomamente i propri driver.

Una scelta importantissima è quella della configurazione hardware, dal numero di interfacce di rete al numero di processori, dalla dimensione dei dischi fissi a quanta ram utilizzare.
Ormai Linux offre una vasta compatibilità con la maggior parte dell’hardware esistente, sia direttamente a livello di kernel ufficiale, sia con driver rilasciati direttamente dai produttori, inoltre, per il vero hacker, avendo a disposizione i sorgenti del kernel, c’è sempre la possibilità ultima di scriversi autonomamente i propri driver.

Ecco un breve quadro sulla scelta dell’hardware

CPU
Le distribuzioni standard contengono un Linux predisposto per processori Intel Based a 32 bit. (dal 386 al Pentium 4 Intel, oltre a compatibili quali AMD Athlon, Cyrix, Transmeta ecc.) Se si vuole installare Linux su un Mac, una Sun o un Compaq Alpha si deve trovare una distribuzione per PowerPC, Sparc o Alpha.
La potenza del processore dipende ovviamente dalle applicazioni usate, un Pentium 2 o superiore basta per normali applicazioni server senza eccessivo carico. Esiste il supporto multiprocessore.
RAM
Come sempre, più ce n’è, meglio è. Se si usa Linux senza interfaccia grafica, le esigenze sono modeste: 64Mb bastano per un sistema base, ma sono ovviamente da aumentare per server che devono gestire volumi di traffico medio/alti o ospitare applicativi pesanti.
HARD DISK
La scelta fra un sistema (E)IDE o SCSI dipende essenzialmente dal budget a disposizione. In genere, prima di pensare ad un sistema SCSI è opportuno “carrozzare” la macchina con un buon processore e abbastanza memoria. Il supporto per schede SCSI è ottimo.
CDROM
Un normale CD-ROM IDE basta e avanza (di fatto, per un server, serve solo in fase di installazione).
SCHEDA VIDEO
Per un server (su cui si avrà soltanto l’interfaccia a caratteri) basta una semplice VGA. Per un desktop con interfaccia visuale il minimo è una SVGA.
E’ disponibile l’accelerazione 3D su schede che supportano OpenGL.
SCHEDA RETE
Si consiglia una scheda ethernet 10/100. Esistono driver per alcune schede gigabit, ma è opportuno verificarne l’esistenza per il proprio hardware.
Esiste anche il supporto per Token Ring e schede wireless (da verificare a seconda del modello).
ACCESSORI MULTIMEDIALI
Per un server non sono necessarie schede audio o accessori multimediali. I kernel dalla 2.4 in su, comunque supportano la Creative Sound Blaster live, schede audio meno recenti e le periferiche USB. Esiste anche il supporto Firewire.
MODEM
I modem esterni (analogici o ISDN) su interfaccia seriale (meglio) o USB sono normalmente utilizzabili.
Possibili complicazioni esistono per modem interni (Winmodem), che in genere sono sconsigliabili.

Translate »