Il computer continua a bloccarsi e riavviarsi

()

Il mio computer continua a bloccarsi e devo forzare lo spegnimento (quando e perché?)

Nessun motivo (il computer si blocca e si riavvia in modo casuale o si blocca ogni pochi secondi in Windows 10 o si blocca per alcuni secondi, quindi torna alla normalità)
Quando si eseguono azioni specifiche (il computer continua a bloccarsi e riavviarsi dopo lo spegnimento/aggiornamento/aggiornamento della RAM/aggiornamento del BIOS/sospensione/installazione di una nuova scheda grafica ) Inoltre, i blocchi del PC dopo un’interruzione di corrente sono molto comuni Il computer si blocca quando si passa da un’applicazione all’altra (Windows 10 è lento quando si passa da un’applicazione all’altra o si blocca quando si aprono i programmi )


Windows 10 si blocca durante il download
Windows 10 continua a bloccarsi all’avvio (questo particolare problema si manifesta come un PC bloccato al riavvio )
Lo schermo si blocca ma il PC continua a funzionare
Il computer si blocca e si riavvia durante i giochi


Come posso riparare un PC che continua a riavviarsi e bloccarsi
Ispeziona la RAM
Controlla l’HDD
Verificare il surriscaldamento
Ricontrolla i driver
Aggiorna il BIOS


Eseguire una reinstallazione pulita del sistema

  1. Ispezionare la RAM
    Scarica MemTest86, qui .
    Ora puoi masterizzare MemTest86 su CD/DVD o creare un’unità stick avviabile .
    Collega l’USB o inserisci il CD/DVD e riavvia il PC.
    Premere F11 (F10 o F12) per aprire il menu di avvio.
    Selezionare l’unità o il disco di avvio MemTest86 e premere un tasto qualsiasi per eseguirlo.il computer continua a riavviarsi e a bloccarsi
    Il processo di scansione inizierà da solo.
    Al termine (e può richiedere del tempo), dovrebbe darti un’idea dello stato della tua RAM.
    Errori di sistema critici sono presenti da secoli e la risoluzione dei problemi non è cambiata molto. Se non c’è Blue Screen of Death e il tuo PC si blocca o è afflitto da continui riavvii, l’ispezione hardware è la prima cosa che dovresti fare.

Fondamentalmente, ogni singolo componente potrebbe influire su questo, ma le nostre preoccupazioni principali sono RAM e HDD.

Innanzitutto, iniziamo con quello più semplice, che in questo caso è la RAM. Quello che puoi fare è spegnere il PC, scollegare il cavo di alimentazione e aprire l’involucro. Una volta che sei lì, rimuovi la scheda RAM dal suo slot (se hai più unità, fallo per ognuna).

Da lì, puoi cambiare le schede RAM in sequenza o inserirle in diversi slot vuoti non occupati.

Inoltre, puoi scollegare una per una scheda RAM e provare a eseguire il PC in questo modo. Inoltre, puoi cercare problemi di RAM con uno strumento di terze parti chiamato MemTest86.

Se la tua RAM è completamente funzionante ma il problema persiste, vai ai passaggi aggiuntivi.

  1. Controllare l’HDD
    Scarica Hiren BootCD , qui .
    Masterizza il file ISO BootCD di Hiren su DVD o impilalo su USB .
    Inserisci l’USB o il DVD e riavvia il PC.
    Premi F12 per aprire il menu di avvio e avviare Hiren USB o DVD.
    Ora, una volta caricato il BootCD di Hiren, scegli i programmi Dos .
    Immettere il numero 6 e premere Invio per aprire Strumenti disco rigido.
    Per selezionare HDAT2 4.53, scegli il numero 1 e premi Invio.
    Evidenzia la tua partizione nell’elenco e premi Invio.
    Seleziona il menu Test dispositivo . il computer continua a riavviarsi e a bloccarsi
    Scegli Controlla e ripara i settori danneggiati .
    Al termine della procedura di scansione, rimuovere l’USB/DVD e riavviare il PC.
    Ora, l’HDD è un problema serio. Anche se trascuriamo il fatto che l’HDD è un componente piuttosto costoso, i tuoi dati sono ovviamente più importanti. Tuttavia, troppo spesso, il malfunzionamento dell’HDD è l’unico motivo di congelamento e riavvii imprevisti.

Lo stesso vale per la RAM, è applicabile al disco rigido per quanto riguarda la risoluzione dei problemi fisici o software.

Puoi rimuoverlo e provarlo su un altro PC oppure puoi utilizzare uno strumento di terze parti per cercare errori. Tuttavia, prima di ciò, assicurati che il cavo SATA sia collegato correttamente.

La risoluzione dei problemi fisici dovrebbe essere semplice: spegnere il PC, interrompere l’alimentazione, aprire l’involucro, scollegare i cavi e rimuovere l’HDD. Inseriscilo in qualsiasi altro PC e prova ad avviare da esso. Se tutto funziona bene, puoi rilassarti.

  1. Verificare il surriscaldamento
    Pulisci il case del PC. Usa qualcosa come l’aria compressa in scatola.
    Non usare un aspirapolvere.
    Rimuovere e pulire accuratamente la ventola di raffreddamento della CPU.il computer continua a riavviarsi e a bloccarsi
    Sostituire una pasta termica.
    Fallo con attenzione.il computer continua a riavviarsi e a bloccarsi
    Aggiungi ventole di raffreddamento extra.
    Se si dispone di un sistema di raffreddamento a liquido, ricontrollare la pompa.
    Se stai usando un laptop, procurati un pad di raffreddamento o usa qualcosa per elevare il laptop sopra la superficie.
    In questo modo l’aria può circolare liberamente e il surriscaldamento dovrebbe essere attenuato.
    Inoltre, non possiamo trascurare il surriscaldamento come possibile causa del problema in questione. Normalmente, il PC si spegne per evitare danni alla CPU dopo un’esposizione prolungata al calore.

Suggerimento dell’esperto: alcuni problemi del PC sono difficili da affrontare, soprattutto quando si tratta di repository danneggiati o file Windows mancanti. Se hai problemi a correggere un errore, il tuo sistema potrebbe essere parzialmente danneggiato. Ti consigliamo di installare Restoro, uno strumento che eseguirà la scansione della tua macchina e identificherà qual è l’errore.
Fare clic qui per scaricare e avviare la riparazione.

Tuttavia, a volte il surriscaldamento può rallentare il PC o, come in questo caso, cadere in un ciclo di avvio, bloccarsi o causare arresti anomali imprevisti.

Il surriscaldamento, oltre all’improvviso guasto dell’alimentatore, è il modo più semplice per rovinare completamente il PC, quindi si consiglia vivamente di tenere traccia delle variazioni di temperatura da vicino.

Dovresti essere in grado di farti un’idea dello stato attuale al tatto, tuttavia, per una migliore comprensione, ti consigliamo di utilizzare un programma di terze parti come SpeedFan o HWMonitor .

Se la temperatura della CPU è superiore a 75-80 gradi Celsius o superiore quando è inattiva, o superiore a 90 quando è sotto stress, dovresti affrontarla immediatamente per evitare danni mortali alla scheda madre o alla CPU.

  1. Ricontrolla i driver
    Scegliere di avviare il sistema con l’ ultima configurazione valida nota (avanzata).
    Nel caso ciò non bastasse, torna alle Opzioni di avvio avanzate e seleziona Modalità provvisoria con rete.è stato rilevato un problema e Windows è stato spento
    Una volta avviato il sistema, vai a Gestione dispositivi e aggiorna tutti i driver.
    Non lasciare che nessun dispositivo o periferica, non importa quanto insignificante sembri, sia senza un driver adeguato.
    Non sono ammessi punti esclamativi.
    È necessario aggiornare e installare i driver accedendo al sito Web dell’OEM e acquisendoli lì.
    Una volta che sei certo che tutti i driver siano installati correttamente, riavvia il PC e prova ad avviare Windows.
    Abbiamo tenuto conto della maggior parte dei problemi hardware fisici che potrebbero essere stati la ragione di blocchi e arresti anomali. Tuttavia, se hai superato quelli, allora è un punto valido che il software è il motivo per cui il PC sta gradualmente sottoperformando.

Oppure, per precisare, alcuni driver non sono installati o non sono compatibili con la versione attuale del sistema.

Il primo passaggio per la risoluzione dei problemi, per quanto riguarda il software, è accedere alle opzioni di avvio avanzate e provare ad avviare il sistema con l’ultima configurazione valida nota.

Per accedere al menu Opzioni di avvio avanzate, dovrai premere F8 all’avvio. Tuttavia, a volte questo non funziona a causa della sequenza di avvio veloce.

In tal caso, riavvia fisicamente il PC più volte e dovrebbe accedere al menu di cui sopra da solo. Tuttavia, se sei ancora bloccato con la stessa routine di congelamento/avvio, passa agli ultimi due passaggi.

Windows 10/11 si blocca all’accesso [FULL FIX]
Windows 11 continua a bloccarsi in modo casuale
Il computer si blocca in modo casuale in Windows 10/11
Il computer Windows 10/11 continua a bloccare il problema

  1. Aggiorna il BIOS
    Oltre ai driver, c’è anche il BIOS o meglio un firmware della scheda madre che può causare problemi. Questo è in qualche modo un incrocio tra software e hardware.

Se sono emersi problemi dopo aver installato di recente un nuovo componente supportato dalla scheda madre (assicurati di verificare che sia effettivamente supportato) o dopo aver aggiornato il sistema operativo, è possibile che tu debba aggiornare il BIOS per renderlo compatibile con hardware e/o o modifiche al software.

Ora, il flashing del BIOS non è un gioco da ragazzi. Ma, d’altra parte, non è necessario essere un utente estremamente esperto per eseguirlo. Viene eseguito principalmente dall’interfaccia di Windows, ma alcune nuove configurazioni offrono aggiornamenti del BIOS tramite l’utilità del BIOS.

In ogni caso, assicurati di controllare questo articolo per una visione dettagliata. Inoltre, poiché la procedura può variare, il miglior consiglio è di cercare su Google la scheda madre e cercare una spiegazione dettagliata.

  1. Eseguire una reinstallazione pulita del sistema
    Infine, se sei sicuro al 100% che l’hardware sia completamente funzionante e che il software sia quello che ha creato il problema, la reinstallazione è una scelta ovvia. Se sei un utente di Windows XP, ciò può richiedere tempo e fatica.

Tuttavia, se Windows 7, 8 o 10 sono la tua tazza di tè, la procedura è gestibile e non un’esperienza snervante. Le istruzioni dettagliate su come farlo in pochi semplici passaggi si trovano in questo articolo , quindi assicurati di controllarlo.

Con ciò, possiamo finalmente concludere questo articolo esauriente ma si spera utile. Nel caso in cui tu abbia qualcosa da aggiungere al nostro elenco di soluzioni o una domanda urgente da porre, sentiti libero di comunicarcelo nella sezione commenti qui sotto.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?