LINUX- LDR: Come si concede a tutti gli utenti la possibilità di arrestare e riavviare il sistema?

4 / 100

Occorre attivare il bit SUID abbinando la proprietà all’utente root (SUID-root), per l’eseguibile shutdown:

chmod 4755 /sbin/shutdown[Invio]

In questo modo shutdown verrà sempre eseguito come se fosse l’utente root a lanciarlo.

Un altro modo per ottenere lo stesso obiettivo è quello di creare un utente speciale halt. Ecco una porzione del file /etc/passwd che indica quali dovrebbero essere le impostazioni di questo ipotetico utente:

… halt:x:0:0:,,,:/home/halt:/sbin/halt …

In questa maniera l’arresto del sistema è consentito solo a coloro che hanno la password di quell’utente.

—————————————————————————————————————————

Come si concede a tutti gli utenti la possibilità di riavviare il sistema?

Tale operazione può essere effettuata in diversi modi; in questo caso verrà spiegato come farlo mediante il comando sudo.

Innanzitutto occorre modificare il file /etc/sudoers mediante visudo:

visudo[Invio]

e aggiungere una riga tipo questa:

utente nome della macchina=/sbin/shutdown -[hr] now

 -[hr] indica che l’utente avrà la possibilità di arrestare e di riavviare il sistema.

Una volta apportate le modifiche, per arrestare il sistema o per riavviarlo, l’utente tizio dovrà impartire:

sudo shutdown -h now[Invio]

Oppure:

sudo shutdown -r now[Invio]

A questo punto egli dovrà inserire la password per proseguire con l’arresto o il riavvio del sistema.

Translate »