Melissa: il virus informatico che il 26 marzo 1999 paralizzò il mondo

()

Melissa è stato scritto in Visual Basic for Applications e infettava i sistemi operativi Windows

Melissa è un macrovirus, cioè è stato scritto con un linguaggio specifico usato da altri programmi per creare elenchi di operazioni eseguibili da quel particolare software. In particolare è stato scritto in Visual Basic for Applications (VBA) integrato in Microsoft Office.

L’infezione colpiva i sistemi operativi da Windows 95 a Windows NT con installata la suite Office 97 o 2000. Arrivava come allegato di un messaggio email dal nome LIST.DOC con contenuto un elenco di siti pornografici con credenziali di accesso all’area a pagamento.

Melissa cambiava i documenti word e citava un episodio de I Simpson

Se l’utente apriva l’allegato il sistema eseguiva il codice del virus che andava ad infettare tutti i documenti che da quel momento in poi sarebbero stati scritti in word. Il virus poi controllava se sul sistema fosse presente Microsoft Outlook e in caso affermativo spediva copia di sé ai primi 50 nominativi della rubrica.

Melissa aggiungeva anche del testo ai documenti .DOC nel caso in cui l’utente usasse Word in particolari momenti della giornata in particolare quando i minuti dell’orario corrispondevano al numero del giorno.

Ad esempio, se è il 12 maggio e l’utente sta aprendo o salvando un documento con Word al dodicesimo minuto di una qualunque ora di quel giorno (ad esempio le 16:12), il virus introduceva nel testo la frase “Twenty-two points, plus triple-word-score, plus fifty points for using all my letters. Game’s over. I’m outta here”, in riferimento all’episodio “Bart the genius” (Bart il genio) della serie di cartoni animati I Simpson.

Melissa è ancora oggi ricordata tra i peggiori attacchi informatici della storia

Sono passati più di 20 anni fa da quel 26 marzo 1999, giorno in cui David Lee Smith, lanciava Melissa, un virus informatico che ha creato uno degli attacchi informatici ancora ricordato come tra i peggiori della storia.

Melissa infettò oltre un milione di sistemi, provocò danni diretti stimati in oltre 80 milioni di dollari e bloccò, anche per diversi giorni, l’operatività dei server mail di oltre 300 grandi aziende ed enti governativi.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?