Crea sito

Quali strumenti sono a disposizione per una migrazione dei dati su un nuovo server?

9 / 100

Esistono diversi tool e servizi che facilitano notevolmente la migrazione del server. Se ad esempio volete intraprendere un trasferimento semplice dei vostri dati, senza che dobbiate adeguare il sistema operativo e gli altri software, non dovreste rinunciare all’utilizzo di un pannello di controllo. Un simile programma di gestione per il server vi supporta nel creare backup dei vostri dati e infine vi aiuta a trasferirli su un nuovo server. L’impegno richiesto per la configurazione è quindi minimo.

I CMS come WordPress si possono trasferire anche con semplici applicazioni FTP e di backup e offrono spesso alcuni plug-in per la migrazione dei dati collegati, che automatizzano il processo per buona parte. 

Nel caso di progetti complessi, è sempre utile disporre dei permessi di root: tramite accesso SSH trasferite su un nuovo server, attraverso la riga di comando, i database completi comprensivi di tutti i permessi e i dati degli utenti. Inviate, ad esempio, i database MySQL grazie all’applicazione MySQLdump come copia al sistema di destinazione. Gli utenti del server Microsoft SQL possono accedere anche ad altre funzioni integrate. 

Potete anche affidare la migrazione dei dati del vostro server a persone esterne: molti provider mettono a disposizione dei loro clienti non solo software specifici per eseguire manualmente il trasferimento dei dati del server, ma offrono anche un supporto attivo per la migrazione dei dati. Inoltre, indipendentemente che si tratti di un semplice passaggio da un server condiviso ad un altro, che sia previsto un cambio provider o che si miri a passare ad un cluster, esistono dei servizi che sono specializzati nella migrazione di progetti web e offrono quindi un servizio completo.

Quali problemi possono sorgere nel caso di una migrazione del server?

Affinché i dati del server vengano trasmessi come desiderati, è necessaria una connessione ad Internet permanente. Perciò non sorprende che i problemi di connessione rientrino tra le fonti di errori più frequenti durante la migrazione del server. Infatti una connessione interrotta può comportare l’arresto completo della trasmissione e, in un caso simile, sarà necessario riavviare il processo dall’inizio. Però spesso non ci si accorge dei problemi temporanei di connessione e non sempre ne consegue un blocco del processo di migrazione. In alcuni casi può però succedere che non tutti i dati vengono trasferiti sul server di destinazione, perciò si rischia di danneggiare la funzionalità delle applicazioni migrate.

Se il trasferimento di alcuni file sul nuovo server non va a buon fine, dietro questa interruzione si possono nascondere altri retroscena. Così, specialmente in caso di cambio del sistema operativo, sorgono problemi di compatibilità, se precisi formati di file, linguaggi di programmazione, e così via non sono supportati di base. Inoltre anche i permessi o una password sul computer di partenza e su quello di destinazione sono sempre causa di complicazioni. In più si verificano degli errori nella migrazione dei dati, se il sistema di destinazione non dispone dello spazio necessario per i dati o le impostazioni DNS non sono state cambiate correttamente. 

Segue: Check List migrazione Dati

Translate »