Windows10 – Ripristino all’avvio Fallito – Soluzioni

()
  • Il ripristino all’avvio non è stato in grado di riparare il tuo PC Windows 10? Bene, abbiamo alcune soluzioni rapide per te.
  • Quando la riparazione all’avvio di Windows 10 non funziona, assicurati di controllare le impostazioni dell’antivirus.
  • Disabilita la riparazione automatica e verifica se questo fa la differenza.
  • Un altro ottimo consiglio per risolvere tali problemi di riparazione automatica di Windows 10 è utilizzare il prompt dei comandi.

Come posso risolvere la riparazione automatica di Windows 10 non è riuscita a riparare il tuo PC ?

1. Eseguire il comando fixboot e/o chkdsk

  1. Riavvia il PC e premi ripetutamente F8 prima che venga visualizzato il logo di Windows.
  2. Scegli Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate .
  3. Seleziona Prompt dei comandi dall’elenco delle opzioni.
  4. Scrivi le seguenti righe e premi Invio dopo ogni riga per eseguirlo:bootrec.exe /rebuildbcd | bootrec.exe /fixmbr | bootrec.exe /fixboot
  5. Inoltre, puoi anche eseguire un comando chkdsk . Per eseguire questi comandi, è necessario conoscere le lettere di unità per tutte le partizioni del disco rigido.
    Nel prompt dei comandi dovresti inserire quanto segue:
    • chkdsk /r c:
    • chkdsk /r d:
      Ricorda solo di usare le lettere che corrispondono alle partizioni del tuo disco rigido sul tuo PC.Questo è solo il nostro esempio, quindi tieni presente che devi eseguire il comando chkdsk per ogni partizione del disco rigido che hai.
  6. Riavvia il computer e controlla se il problema è stato risolto.

2. Eseguire DISM

  1. Accedi al menu Opzioni di avvio come nella soluzione precedente.
  2. Scegli Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Ripristino all’avvio .
  3. Fare clic sul pulsante Riavvia . Il tuo computer dovrebbe ora riavviarsi e darti un elenco di opzioni. Scegli Abilita modalità provvisoria con rete .
  4. All’avvio della modalità provvisoria, è necessario scaricare una versione aggiornata del driver che causa problemi. È possibile scaricare il driver dal sito Web del produttore e salvarlo sull’unità flash USB .
  5. Premi il tasto Windows + X e scegli Prompt dei comandi (amministratore) dall’elenco.

Copia quanto segue e premi Invio per eseguirlo:

DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

  • Potrebbero essere necessari circa 15 o più minuti per il completamento di questo processo, quindi sii paziente. Non interromperlo.

Questa soluzione è un po’ complicata perché devi sapere quale driver ti sta causando questo problema. Anche se non lo sai, puoi comunque provare questa soluzione e saltare il passaggio 3.

Come posso correggere il ciclo di riparazione automatica su Windows 10?

1. Elimina il file problematico

  1. Accedi al menu di avvio come mostrato prima.
  2. Scegli Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Prompt dei comandi .
  3. Quando si apre il prompt dei comandi, immettere quanto segue, uno per uno:
    • C:
    • cd WindowsSystem32LogFilesSrt
    • SrtTrail.txt

Dopo l’apertura del file, dovresti visualizzare un messaggio come questo: Boot critical file c:windowssystem32driversvsock.sys è danneggiato . (Potrebbe sembrare diverso per te).

Ora, è necessario eseguire alcune ricerche su cosa fa esattamente questo file problematico. Nel nostro caso, ad esempio, vsock.sys era un file relativo a un’applicazione di terze parti chiamata VMWare.

Poiché questo non è un file del sistema operativo richiesto da Windows 10, possiamo eliminarlo.

Per eliminare un file, è necessario accedere alla posizione specificata utilizzando il prompt dei comandi e immettere il comando del . Nel nostro esempio, sarebbe simile a questo:

  • cd c:windowssystem32drivers
  • del vsock.sys

Ancora una volta, questo è solo un esempio e potresti dover passare a una cartella diversa ed eliminare un file diverso. Prima di eliminare un file, assicurati che il file che desideri eliminare non sia un file principale di Windows 10, altrimenti potresti causare danni al tuo sistema operativo.

Dopo aver rimosso il file problematico, riavvia il computer e disinstalla il programma che ti ha causato questo problema (nel nostro caso era VMware, ma potrebbe essere un programma diverso per te).

2. Disabilita la riparazione all’avvio automatico

  1. All’avvio delle Opzioni di avvio, scegli Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Prompt dei comandi .
  2. Digita quanto segue e premi Invio per eseguirlo:
    • bcdedit /set {default} recoveryenabled No

Dopo aver eseguito questa operazione, il ripristino all’avvio dovrebbe essere disabilitato e potresti essere in grado di accedere nuovamente a Windows 10.

3. Ripristina il registro di Windows

  1. Attendi la visualizzazione delle opzioni di avvio e avvia il prompt dei comandi .
  2. Nel prompt dei comandi, inserisci quanto segue e premi Invio per eseguirlo:
    • copy c:windowssystem32configRegBack* c:windowssystem32config
  1. Se ti viene chiesto di sovrascrivere i file, digita Tutto e premi Invio .
  2. Ora digita exit e premi Invio per uscire dal prompt dei comandi .
  3. Riavvia il computer e controlla se il problema è stato risolto.

4. Controllare la partizione del dispositivo e la partizione del dispositivo os

  1. Da Opzioni di avvio avvia il prompt dei comandi .
  2. Immettere quanto segue e premere Invio:
    • bcdedit
  3. Trova i valori della partizione del dispositivo e della partizione del dispositivo os e assicurati che siano impostati sulla partizione corretta. Sul nostro dispositivo, il valore predefinito e corretto sono C: ma questo può cambiare per qualche motivo in D: (o qualche altra lettera) e creare problemi.
  4. Se il valore non è impostato su C: immettere i seguenti comandi e premere Invio dopo ciascuno di essi:
    • bcdedit /set {default} device partition=c:
    • bcdedit /set {default} osdevice partition=c:
  5. Per impostazione predefinita dovrebbe essere C: ma se Windows 10 è installato su una partizione diversa, assicurati di utilizzare la lettera di quella partizione anziché C.
  6. Riavvia il computer e controlla se il problema è stato risolto.

5. Disattiva la protezione anti-malware per l’avvio anticipato

  1. Accedi al menu di avvio.
  2. Scegli Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Ripristino all’avvio.
  3. Il tuo computer dovrebbe ora riavviarsi e darti un elenco di opzioni.
  4. Scegli di disabilitare la protezione anti-malware per l’avvio anticipato (dovrebbe essere l’opzione n. 8).
  5. Riavvia il computer e controlla se il problema è stato risolto.

È stato segnalato che questo problema a volte può ripresentarsi. In questo caso, ripeti tutti i passaggi e disattiva temporaneamente il tuo software antivirus.

Gli utenti hanno segnalato alcuni problemi con il software antivirus Norton 360 (anche se supponiamo che il problema possa essere creato anche da altri software antivirus), quindi dopo aver disattivato questa applicazione, tutto dovrebbe tornare alla normalità.

Tuttavia, non consigliamo di disabilitare o eliminare definitivamente il tuo antivirus. Ti suggeriamo invece di utilizzare la protezione intrusiva sul tuo dispositivo e di considerare di cambiare il tuo provider antivirus .

Molti strumenti offrono il giusto livello di sicurezza di cui hai bisogno per rimanere protetto in tempo reale, con un impatto minimo sull’esecuzione di programmi e app, utilizzando la tecnologia più recente.

6. Eseguire l’aggiornamento o il ripristino

  1. Quando si apre il menu di avvio, scegli Risoluzione dei problemi .
  2. Scegli tra l’ opzione Aggiorna o Ripristina .
  3. Segui le istruzioni per completare il processo.

Se il problema persiste, potrebbe essere necessario eseguire un ripristino o un aggiornamento. In questo modo, le applicazioni installate verranno rimosse ma le app e le impostazioni Universal installate verranno salvate se si sceglie l’opzione Aggiorna.

D’altra parte, l’opzione Ripristina eliminerà tutti i file, le impostazioni e le app installati. Se decidi di eseguire questo passaggio, ti consigliamo di eseguire il backup dei file importanti.

Potrebbe essere necessario un supporto di installazione di Windows 10 per completare questo processo, quindi assicurati di averlo…

  • Cosa fare se il PC va in Ripristino automatico all’avvio
  • Correzione: il completamento della riparazione dell’unità potrebbe richiedere più di 1 ora
  • Correzione: riavviare per riparare gli errori di unità su Windows 10/11
  • Il tuo PC ha riscontrato un problema e deve essere riavviato
  • 10 migliori software di riparazione di Windows 10/11 per risolvere tutti i problemi

Come posso correggere il ciclo di riparazione automatica di Windows 10 senza disco?

1. Controlla la priorità di avvio nel BIOS

Se desideri correggere il ciclo di riparazione automatica di Windows 10 senza disco, devi verificare che la priorità di avvio sia impostata correttamente nel BIOS. In tal caso, potrebbe essere necessario accedere al BIOS e modificare queste impostazioni.

Per farlo, segui questi passaggi:

  1. Durante l’avvio del computer, continua a premere uno dei seguenti pulsanti: F1, F2, F3, Canc, Esc . Di solito, viene richiesto di premere un determinato tasto per accedere all’impostazione.
  2. Individua la sezione Boot .
  3. Assicurati che il tuo disco rigido sia impostato come primo dispositivo di avvio. Se disponi di più dischi rigidi, assicurati che l’unità in cui hai installato Windows 10 sia impostata come primo dispositivo di avvio.
  4. Salva le modifiche ed esci dal BIOS.

Gli utenti hanno segnalato che a volte Boot Manager di Windows potrebbe essere impostato come primo dispositivo di avvio e ciò può causare una riparazione automatica di Windows 10 non in grado di riparare il  loop del PC sul computer.

Per risolvere il problema, assicurati che il tuo disco rigido sia impostato come primo dispositivo di avvio.

2. Rimuovere la batteria del laptop

Alcuni utenti hanno segnalato di aver risolto il ciclo di riparazione automatica di Windows 10 senza un disco sul laptop semplicemente rimuovendo la batteria del laptop.

Dopo aver rimosso la batteria, reinserirla sul laptop, collegare il cavo di alimentazione e verificare se il problema è stato risolto.

3. Ricollegare il disco rigido

In alcuni casi, la riparazione automatica di Windows 10 non è stata in grado di riparare l’ errore del PC può essere causato dal disco rigido e l’unica soluzione è ricollegarlo. Basta spegnere il PC, scollegarlo, aprirlo e scollegare il disco rigido.

Ora devi solo ricollegare il disco rigido, collegare il cavo di alimentazione e riavviarlo. Diversi utenti hanno già segnalato che la riconnessione del proprio disco rigido ha risolto con successo questo problema, quindi potresti provare.

Dobbiamo menzionare che questo passaggio interromperà la garanzia, quindi tienilo a mente. Se hai più di un disco rigido , dovrai ripetere questo processo per ogni disco rigido.

Inoltre, se hai più di un disco rigido, potresti voler disconnettere solo quei dischi rigidi su cui non hai installato Windows 10.

Tieni solo un disco rigido (quello su cui è installato Windows 10) collegato al computer e prova ad avviare nuovamente Windows 10. Se il problema è stato risolto, ricollegare gli altri dischi rigidi.

Se Windows non riconosce il tuo secondo disco rigido, puoi risolvere facilmente i problemi con un paio di semplici passaggi .

4. Rimuovere la RAM

Pochi utenti hanno segnalato di essere riusciti a correggere il ciclo di riparazione automatica di Windows 10 semplicemente rimuovendo la memoria RAM. Per fare ciò, è necessario spegnere il computer, scollegarlo e rimuovere tutti i moduli di memoria.

Restituisci i moduli di memoria al tuo computer e controlla se il problema è stato risolto. Se hai due o più moduli RAM, prova a rimuovere solo un modulo RAM e ad avviare il PC senza di esso.

Potrebbe essere necessario ripetere questo passaggio alcune volte, a seconda di quanti moduli hai.

5. Rimuovere ulteriori unità USB

È stato segnalato che a volte è possibile correggere Windows 10 La riparazione automatica non è stata in grado di riparare il  problema del PC scollegando le unità USB dal computer.

Se hai altre unità USB collegate, scollegale e controlla se il problema è stato risolto.

6. Modificare la modalità del controller del disco nel BIOS

Puoi correggere il ciclo di riparazione automatica di Windows 10 senza disco accedendo al BIOS e modificando alcune impostazioni.

Dopo aver inserito il BIOS, devi trovare la modalità del controller del disco e impostarla su Standard (IDE, SATA o Legacy) anziché su RAID o AHCI. Salva le modifiche e riavvia il computer.

Se il problema persiste, prova a cambiare di nuovo la modalità. Se ciò non risolve il problema, ripristina la modalità del controller del disco al suo valore originale.

7. Abilita NX, XD o XN nel BIOS

Per abilitare questa opzione, accedi al BIOS e vai alla scheda Sicurezza . Trova XD-bit (No-execute Memory Protect) e impostalo su Enable . Se non hai l’opzione XD, cerca NX o XN e abilitala. Salva le modifiche e riavvia il computer.

8. Eseguire una reinstallazione pulita

  1. Scarica lo strumento di creazione multimediale su un PC alternativo.
  2. Inserisci il DVD vergine o collega l’ unità flash USB compatibile (4 GB).
  3. Esegui Media Creation Tool e accetta le condizioni di licenza.
  4. Selezionare Crea supporto di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC  e fare clic su Avanti.
  5. Scegli la lingua, l’architettura e l’edizione preferite e fai clic su Avanti . Assicurati di selezionare la versione per cui hai la chiave di licenza.
  6. Selezionare unità flash USB o ISO e fare clic su Avanti .
  7. Una volta scaricata la configurazione, puoi continuare con la procedura con USB o masterizzare il file ISO su DVD e spostarti da lì.
  8. Infine, una volta preparato tutto, riavvia il PC .
  9. Premi F11 (anche F12 o F9 o F10 potrebbero funzionare, a seconda della scheda madre) per aprire il menu di avvio.
  10. Scegli un’unità flash USB o un DVD-ROM come dispositivo di avvio principale. Salva le modifiche e riavvia nuovamente il PC.
  11. Da qui, i file di installazione di Windows dovrebbero iniziare a caricarsi. Segui le istruzioni e dovresti eseguire un sistema nuovo di zecca in pochissimo tempo.

Infine, se nessuna delle soluzioni precedenti è stata utile e puoi confermare che l’hardware funziona correttamente, possiamo solo consigliarti di eseguire una reinstallazione pulita del sistema .

Siamo ben consapevoli che questa non è la soluzione desiderata poiché perderai tutti i dati archiviati nella partizione di sistema. Ma, una volta che le cose prendono la svolta sbagliata, la reinstallazione del sistema è l’ultima risorsa.

Se non sei sicuro di come reinstallare Windows 10 e ricominciare da zero, segui i passaggi precedenti.

La riparazione automatica di Windows 10 non è stata in grado di riparare l’ errore del tuo PC è uno degli errori più difficili da correggere e può rendere il tuo computer quasi inutilizzabile.

Ci auguriamo che tu sia riuscito a risolverlo utilizzando una delle nostre soluzioni. In caso contrario, non esitare a scegliere uno dei migliori strumenti di riparazione per PC e provalo.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?