sudo

57 / 100
()

Questo comando sta per “superuser do” e vi permette di agire come superuser o utente root quando eseguite un comando specifico. È il modo in cui Linux protegge se stesso e impedisce agli utenti di modificare accidentalmente il filesystem della macchina o di installare pacchetti inappropriati.

Sudo è di solito utilizzato per installare software o per modificare file al di fuori della home directory dell’utente:

sudo apt install gimp

sudo cd /root/ 

Prima di eseguire il comando che avete digitato, vi chiederà la password dell’amministratore.

Installazione di Sudo (comando sudo non trovato)

Il pacchetto sudo è preinstallato sulla maggior parte delle distribuzioni Linux.

Per verificare se il pacchetto sudo è installato sul tuo sistema, apri la tua console, digita sudo e premi Enter . Se hai installato sudo il sistema visualizzerà un breve messaggio di aiuto, altrimenti vedrai qualcosa come il sudo command not found .

Se sudo non è installato, puoi installarlo facilmente usando il gestore pacchetti della tua distribuzione.

Installa Sudo su Ubuntu e Debian

apt install sudo

Installa Sudo su CentOS e Fedora

yum install sudo

Aggiunta dell’utente ai sudoers

Per impostazione predefinita, sulla maggior parte delle distribuzioni Linux concedere l’accesso sudo è semplice come aggiungere l’utente al gruppo sudo definito nel file sudoers . I membri di questo gruppo saranno in grado di eseguire qualsiasi comando come root. Il nome del gruppo può differire da distribuzione a distribuzione.

Nelle distribuzioni basate su RedHat come CentOS e Fedora, il nome del gruppo sudo è wheel . Per aggiungere l’utente all’esecuzione del gruppo:

usermod -aG wheel username

Su Debian, Ubuntu e i loro derivati, i membri del gruppo sudo hanno accesso con sudo:

usermod -aG sudo username

L’account utente root in Ubuntu è disabilitato di default per motivi di sicurezza e gli utenti sono incoraggiati ad eseguire attività amministrative di sistema usando sudo. L’utente iniziale creato dal programma di installazione di Ubuntu è già un membro del gruppo sudo, quindi se si esegue Ubuntu è probabile che l’utente a cui si è effettuato l’accesso sia già concesso con i privilegi di sudo.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?