TCP/IP IV° Lezione

5 / 100
()

Intervallo di indirizzi di rete: Classe A

I progettisti dello schema di indirizzi IP hanno deciso che il primo bit del primo byte in una Classe A deve essere sempre disattivato cioe’ 0.

Ciò significa che un indirizzo di classe A deve essere compreso tra 0 e 127 nel primo byte, incluso.

Si consideri il seguente indirizzo di rete: 0xxxxxxx se mettiamo tutti gli altri 7 bit a 1, troveremo la gamma di Classe A degli indirizzi di rete:
00000000 = 0
01111111 = 127
Quindi, una rete di classe A è definita nel primo ottetto tra 0 e 127 e non può essere di meno o di più.

Intervallo di indirizzi di rete: Classe B

In una rete di Classe B, il primo bit del primo byte deve sempre essere 1 ma il secondo bit deve essere sempre 0.

Se si disattivano tutti gli altri 6 bit, troverai la gamma per una rete di Classe B:

10000000 = 128
10111111 = 191
Come si può vedere, una rete di Classe B viene definita quando il primo byte è configurato da 128 a 191.

Intervallo di indirizzi di rete: Classe C

Per le reti di classe C, i primi 2 bit del primo ottetto devono essere sempre 1, ma il terzo bit deve essere 0. Seguendo lo stesso processo delle classi precedenti, converti da binario a decimale per trovare l’intervallo. Ecco l’intervallo per una rete di Classe C:

11000000 = 192
11011111 = 223
Quindi, se vedi un indirizzo IP che inizia a 192 e va a 223, saprai che è una classe C.
In un indirizzo di rete di classe A, il primo byte è assegnato all’indirizzo di rete e il tre i byte rimanenti vengono utilizzati per gli indirizzi dei nodi. Il formato di classe A è il seguente:

network.node.node.node

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?