Telefonia mobile

10 / 100
()

La telefonia mobile è un tipo di accesso a una rete telefonica, in particolare destinato all’utente finale. L’accesso alla rete telefonica inoltre è di tipo privato (la telefonia mobile si contrappone quindi alla telefonia pubblica), cioè di proprietà dell’utente finale o ad esso riservato dal proprietario dell’accesso o da chi lo ha in gestione, e realizzato per mezzo di onde radio.

La telefonia mobile, utilizzando onde radio sotto forma di una radiocomunicazione, è in grado di servire intere aree geografiche in modo continuo con il vantaggio della mobilità dell’utente contrapponendosi quindi alla telefonia fissa in grado di servire solo punti geografici fissi, vincolo solo in parte ovviato dall’utilizzo di apparecchi telefonici cordless.

Tipi di telefonia mobile

La telefonia mobile si distingue nelle seguenti due tipologie:

  • telefonia cellulare
  • telefonia satellitare

Con “telefonia cellulare” s’intende l’accesso ad una rete telefonica attraverso ricetrasmettitori terrestri di onde radio, cioè ubicati sulla superficie terrestre; mentre “telefonia satellitare” designa l’accesso ad una rete telefonica attraverso ricetrasmettitori satellitari di onde radio ossia ubicati su satelliti per telecomunicazioni.

Apparecchi telefonici per l’utente finale

Smartphone

Gli apparecchi telefonici per l’utente finale utilizzati nella telefonia mobile sono di norma terminali mobili e alimentati a batterie proprio per poter sfruttare la completa mobilità offerta dalla telefonia mobile. In particolare possono essere di tipo palmare (destinati ad essere trasportati dall’utente) o di tipo veicolare (destinati all’installazione fissa su veicoli).

Esclusivamente nella telefonia cellulare, negli ultimi anni si sono diffusi comunque anche apparecchi telefonici non destinati all’uso in mobilità. Tali tipi di apparecchi telefonici sono alimentati attraverso la rete elettrica e sono destinati quindi ad essere utilizzati all’interno di edifici. La diffusione di questa tipologia di apparecchi telefonici è finalizzata a favorire l’utilizzo della telefonia cellulare in sostituzione della telefonia fissa.

Tecnologie di telefonia cellulare

Dalla sua comparsa, il telefono cellulare ha usato diversi sistemi di funzionamento principali (e alcuni “intermedi”), chiamati generazioni, basati su differenti tecnologie e standard di comunicazione:

  • 0G: network radiomobili analogici nella banda dei 450 MHz.

In questa fase l’interoperabilità tra le reti e i dispositivi è quasi inesistente e molti stati sviluppano reti e dispositivi in maniera indipendente (uno dei leader è la società italiana Italtel). Svariate reti nel nord Europa erano basate su NMT (Nordisk MobilTelefoni) al quale Italtel probabilmente si ispirò per sviluppare in Italia la rete RTMS (Radio Telephone Mobile System), resa operativa a Milano e Roma nel settembre 1985.In un primo tempo i telefoni erano di tipo veicolare cioè destinati all’installazione fissa su veicoli, ma, col progredire della tecnologia, dimensione e peso degli apparecchi si sono via via più ridotti, ed è diventato possibile immettere sul mercato telefoni trasportabili che si presentavano come piccole valigette che consentivano, appunto, di trasportare il telefono).In questa fase di sviluppo della telefonia cellulare la copertura territoriale è ancora basata su macrocelle (più efficaci comunque di quelle del sistema embrionale a 160 MHz degli anni ’70) e ancora piuttosto limitata, la copertura dell’intero territorio nazionale venne raggiunta solo nel 1989.

  • 1G (I generazione): standard analogici TACS (Total Access Communication System) e ETACS (ExtendedTACS, TACS esteso con l’aggiunta di nuove frequenze) impiegati principalmente in Europa, AMPS (Advanced Mobile Phone System) impiegato principalmente in America, e NMT (Nordisk MobilTelefoni) impiegato principalmente nel nord Europa – Cellulari analogici.
  • 2G (II generazione): standard GSM (Groupe Spécial Mobile, poi Global System for Mobile communications), CDMA IS-95 e D-AMPS IS-136 – Primi cellulari digitali.
  • 2,5G: standard GPRS (General Packet Radio Service) – Cellulari digitali con trasmissione di dati mediante commutazione di pacchetto (evoluzione del GSM).
  • 2,75G: standard EDGE (Enhanced Data rates for GSM Evolution) – Versione più veloce dello standard GPRS per il trasferimento dati sulla rete cellulare GSM.
  • 3G (III generazione): standard UMTS (Universal Mobile Telephone System), Wideband CDMA (W-CDMA), CDMA 2000 – Videocellulari o cellulari 3GPP (3rd Generation Partnership Project).
  • 3,5G: nuova tecnologia HSDPA (High Speed Downlink Packet Access) e HSPA+
  • 4G (IV generazione): standard VSF-Spread OFDM (Variable-Spreading-Factor Spread Orthogonal Frequency Division Multiplexing) e LTE
  • 5G (V generazione): reti di telefonia mobile superiori alla tecnologia 4G/IMT-Advanced.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?