VPN e Protocolli di cifratura

14 / 100
()

Protocolli di cifratura

Protocolli di cifratura

Ora che hai compreso a fondo il concetto di tunnel, è bene capire come fanno le VPN a garantire l’invulnerabilità dei dati: il segreto sta nell’applicare un protocollo di cifratura, cioè un metodo per camuffare i dati originali, trasformandoli in altri dati che possano essere compresi soltanto dal destinatario designato.

Per quanto riguarda le VPN, i protocolli di cifratura esistenti sono molti, ciascuno con i suoi punti di forza e di debolezza: di seguito ti descrivo quelli più importanti.

  • PPTP – è un protocollo sviluppato da Microsoft, sicuramente uno dei più diffusi e usati per proteggere le connessioni VPN. Nonostante sia pienamente integrato in tutte le piattaforme software, PPTP contiene numerose vulnerabilità e, dal 2012, è considerato obsoleto e sconsigliato dalla stessa Microsoft. Ti consiglio di affidarti a servizi VPN che sfruttano PPTP soltanto per nascondere il tuo vero indirizzo IP, non per scopi differenti.
  • SSTP – successore di PPTP, è un protocollo progettato da Microsoft e ad oggi considerato sicuro. Viene usato principalmente su VPN basate su Windows.
  • IPsec – si tratta di un protocollo che si occupa della cifratura dei dati su Internet. IPsec è diffuso e implementato nella maggior parte dei sistemi operativi ed è considerato sicuro. Per quanto riguarda le connessioni VPN, IPsec lavora congiuntamente al protocollo L2TP (il cui compito è di creare il tunnel vero e proprio).
  • IKEv2 – nato dalla collaborazione tra Cisco e Microsoft, è un protocollo abbastanza simile a IPsec ma considerato ben più sicuro, e integrato in molti client VPN (cioè programmi che permettono l’accesso a questo servizio). Tra i punti di forza di IKEv2 figurano le prestazioni (i dati viaggiano velocemente) e l’estrema flessibilità di utilizzo, che lo rende uno dei preferiti anche per quanto riguarda l’uso delle VPN tramite mobile.
  • OpenVPN – è una delle soluzioni ad oggi più usate nel campo delle VPN: supporta molti algoritmi di cifratura, è di natura open source e si adatta a numerosi scenari d’impiego. Configurare OpenVPN può essere abbastanza complesso per l’utente: per questo motivo, i vari servizi VPN permettono di scaricare programmi già fatti, basati su OpenVPN, ma pre-configurati e pronti per essere facilmente installati.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?