Crea sito
27 Settembre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR

WINDOWS 10 : Controlli Pre – Installazione

4 min read



Installazione

Windows 10 si installa come le versioni precedenti, nel nuovo ambiente grafico di installazione simile a quello già presente in Windows 8 (schermata di colore blu e menù/comandi di colore bianco). Le modalità cambiano a seconda che l’unità di destinazione (disco rigido o unità a stato solido) sia priva di volumi avviabili, ovvero nuova/non partizionata (unità con solo spazio non allocato cioè completamente libero), oppure con volumi avviabili. Nel secondo caso si può decidere di affiancare Windows agli altri sistemi installati. Il programma di installazione permette di partizionare l’unità come desiderato o formattare completamente la memoria di massa.

Come sempre si deve distinguere tra:

Re-installazione (aggiornamento) mantenendo i dati, impostazioni e applicazioni precedenti (Windows è già installato); in pratica, si ottiene il medesimo risultato della reinizializzazione;
Re-installazione (personalizzata) non mantenendo i dati, impostazioni e applicazioni precedenti (Windows è già installato).

Viene sovrascritto il volume interamente; in pratica, si ottiene il medesimo risultato della reimpostazione; (re)installazione pulita ovvero (ri)creando da zero le partizioni sull’unità di destinazione.

A differenza delle altre 2 installazioni questa va obbligatoriamente eseguita all’avvio del dispositivo, utilizzando un supporto di installazione di Windows 10.

Nota bene: Oltre alle tre modalità sopra, dalla versione 1703 esiste anche fresh start (nella edizione italiana di Windows “installazione da zero”, vedi sotto), reinstallazione con conservazione degli aggiornamenti installati del sistema al momento dell’operazione (eseguibile unicamente a sistema avviato).

Inoltre, esiste anche la reinstallazione in place (aggiornamento sul posto) eseguibile, con sistema in esecuzione, ricorrendo al file MediaCreationTool.exe (nell’edizione corrente) per la creazione del supporto di installazione di Windows ma selezionando, come opzione, “aggiorna il PC ora”.

Anche questa tipologia di reinstallazione/aggiornamento consente di scegliere se eliminare o mantenerne app e dati. In pratica, funziona come la reimpostazione o la reinizializzazione, ma, aggiornando i file di sistema, consente di riparare inconvenienti di funzionamento.

Nell’installazione pulita, per PC con firmware UEFI, si può scegliere se formattare unità in formato GPT (che è quella più attuale e coerente con firmware Uefi) oppure il vecchio MBR in questo caso il PC va però avviato in modalità BIOS legacy (se supportata).

Il tradizionale codice (o chiave) di installazione ha perso un po’ della tradizionale importanza dato che ora è la licenza digitale, memorizzata a livello di Uefi, a valere per quanto riguarda la successiva attivazione.

Infatti, i dati delle attivazioni (già eventualmente eseguite per una determinata licenza) sono registrate sui database ospitati sui server Microsoft e sono disponibili online.Tra questi dati vi è anche il tipo di licenza (ad esempio: OEM, Retail, Volume Licensing, ecc.): da notare che anche in caso di reinstallazione pulita queste informazioni della licenza digitale vengono recuperate e riassegnate al nuovo sistema. Oltre a utilizzare la chiave memorizzata nell’Uefi, medesimo risultato si può ottenere-una volta (re)installato il sistema-eseguendo il login con un account Microsoft cui era collegata una licenza valida.

L’installazione pulita di Windows 10 su una unità nuova o priva di volumi comporta la creazione predefinita di 4 partizioni, in questo ordine (da sinistra a destra del layout):

-partizione sistema (di tipo Efi per PC Uefi/GPT);
-partizione riservata Microsoft (MSR) (su PC Uefi/GPT a 64 bit);
-partizione (primaria) Windows;
-partizione ambiente di ripristino Microsoft (WinRE).

Chiaramente, a parte quelle predefinite, si può decidere di creare altre partizioni, ad esempio una dedicata ai dati. Nei PC venduti con Windows 10 preinstallato ovvero con licenza OEM vi è normalmente una partizione del produttore del computer (etichettata OEM o con il nome del produttore o recovery). Questa sostituisce (anche perché ne costituisce una personalizzazione) la partizione di ripristino Microsoft. In questi casi occorre eseguire il ripristino alle condizioni di fabbrica secondo la procedura del produttore, a meno che non si voglia utilizzare una licenza di tipo retail o aziendale (multilicenza) e allora si può operare come descritto sopra.

L’utilizzo di un account Microsoft, a cui è stata collegata la licenza digitale di un dato dispositivo, permette di attivare una nuova installazione sul dispositivo dopo rilevanti modifiche hardware (oppure, se la licenza è quella idonea, su una unità/PC nuovi).

Questo, in realtà, vale per licenze di qualsiasi prodotto Microsoft collegate ad un account.

Ambiente di ripristino
Le modalità per avviare l’ambiente di ripristino Windows e le relative opzioni sono quelle già incluse in Windows 8. Identica è anche l’interfaccia grafica, totalmente rinnovata con il precedente Windows.

Account utente locali predefiniti
Indipendemente da quanti e di che tipo account si siano creati dagli utilizzatori di un sistema, Windows 10 ha alcuni account utente predefiniti (cioè generati automaticamente). Per preimpostazione tali account sono disabilitati ma possono essere abilitati e quindi resi visibili per poterli usare. Questi sono comunque account locali.

A parte account di servizio (cioè usati dal sistema per talune funzioni di mantenimento, totalmente trasparenti all’utente) gli account predefiniti nascosti (non rinominabili) sono:

Administrator (cioè l’account super administrator o root administrator) da abilitare e usare solo in casi di reale necessità perché ha il massimo di poteri sul sistema;
Guest ovvero un account con ridotti poteri da far utilizzare agli ospiti.

Translate »
×

Benvenuto !

Fai clic su uno dei nostri specialisti elencati di seguito per avviare una chat di supporto su WhatsApp o inviaci un'e-mail a helpdesk [email protected]

You are Wellcome !

Click one of our helpdesk specialist below to start a chat on WhatsApp or send us an email to [email protected]

 

× HELPDESK