Crea sito

Windows 10: torna l’incubo Blue Screen of Death

10 / 100

Proprio nelle ore antecedenti la pubblicazione del Patch Tuesday di febbraio arriva la segnalazione di nuovi Blue Screen of Death che affliggono gli utenti di Windows 10: chiamati in causa gli aggiornamenti KB4598299 KB4598301 rilasciati per le versioni 19H2, 20H1 e 20H2 del sistema operativo, i tre major update più recenti.

Problema BSoD con KB4598299 e KB4598301

L’obiettivo dei pacchetti era quello di risolvere bug riscontrati in .NET Framework 3.5 e 4.8, ma come già accaduto più volte nel corso degli ultimi anni la toppa è peggio del buco. Uno dei software interessati dal malfunzionamento è Visual Studio. Fortunatamente Microsoft ha confermato di aver già preso in carico le segnalazioni e di essere al lavoro per distribuire un fix correttivo nel minor tempo possibile senza costringere ad adottare intricati workaround per aggirare il problema.

Un fix per questo intoppo è stato implementato internamente ed è in preparazione per il rilascio. Vi aggiorneremo una volta disponibile per il download.

Dai feedback è inoltre emerso un malfunzionamento riguardante Windows Presentation Foundation, framework impiegato per la realizzazione dell’interfaccia presente in diversi software integrati in Windows 10.

Tra le app interessate dai crash figurerebbe anche Visual Studio, e proprio Microsoft attraverso il forum ufficiale del software ha reso noto che è già al lavoro per risolvere ed intende rilasciare un fix nel minor tempo possibile: “una correzione per questo problema è stata implementata internamente ed è in preparazione per il rilascio. Vi aggiorneremo non appena sarà disponibile per il download.”

Altri problemi sono stati segnalati anche in altre applicazioni, ma il fatto che Microsoft parli di “fix già implementato internamente” lascia presagire che il lancio potrebbe non essere troppo lontano.

Al momento, l’unica soluzione temporanea al disservizio è rappresentata dalla disinstallazione degli aggiornamenti da qualsiasi dispositivo, in attesa del fix ufficiale.

Nel caso in cui il Blue Screen of Death dovesse presentarsi di continuo rendendo impossibile la normale attività il migliore consiglio è quello di eliminare gli aggiornamenti in questione e attendere la pubblicazione del correttivo da parte del gruppo di Redmond.

Nota: “Nel caso in cui il Blue Screen of Death dovesse presentarsi di continuo rendendo impossibile la normale attività il migliore consiglio è quello di eliminare gli aggiornamenti in questione e attendere la pubblicazione del correttivo da parte del gruppo di Redmond.” La soluzione è sempre e solo una : del *.*, seguita da una formattazione a basso livello, giusto per evitare anche un solo bit sXXXXX e quindi una distro linux, meglio se LTS.

Translate »