Crea sito
20 Ottobre 2020

Officine Informatiche Roma

ICT SERVICES ROMA – BAZAAR INFORMATICO

Panoramica sulle tecnologie di networking

LAN Ethernet e Fast Ethernet

Ethernet è apparsa nel 1970 ed è la tecnologia di rete più diffusa per le reti locali (LAN). Ethernet si basa sullo standard
CSMA/CD (Carrier Sense Multiple Access with Collision Detection). (Vedere alla voce Token Ring nel glossario per informazioni su un altro tipo di comunicazione di rete di base).
Un computer con scheda di rete Ethernet può inviare i pacchetti di dati solo quando nessun altro pacchetto sta viaggiando sulla rete, ovverosia quando la rete è “tranquilla”. In caso contrario, aspetta a trasmettere come quando, durante una conversazione, una persona deve attendere che l’altra smetta prima di parlare a sua volta.

Se più computer percepiscono contemporaneamente un momento ‘tranquillo’ e iniziano ad inviare i dati nello stesso
momento, si verifica una “collisione” dei dati sulla rete, che non implica errori ma la necessità di altri tentativi. Ogni computer, infatti, attende per un certo periodo e prova a inviare nuovamente il pacchetto di dati. Se le persone che cercano di utilizzare la rete aumentano, cresce rapidamente anche il numero di collisioni, errori e di ritrasmissioni, con un effetto a valanga dannoso per le prestazioni della rete.

Quando viene utilizzato più del 50 percento della larghezza di banda totale, la percentuale di collisioni provoca quindi congestioni: il tempo per stampare i file si allunga, le applicazioni si aprono lentamente e gli utenti devono aspettare. Quando questo valore raggiunge e supera il 60 percento, la rete rallenta drasticamente o, addirittura, si ferma.
Come sottolineato nel capitolo precedente, la larghezza di banda o la capacità di trasmissione dei dati di Ethernet è di 10
Mbps. Fast Ethernet opera nello stesso modo ma ad una velocità dieci volte superiore (100 Mbps). Dato il modo di operare
delle reti Ethernet, è facile comprendere quanto uno switch possa essere efficiente nel risolvere i problemi di traffico, fornendo più ‘corsie’ ai dati che viaggiano, rispetto alle reti dove la banda è condivisa da tutti i computer.

Accesso remoto e WAN
Le LAN servono gli utenti locali all’interno di un edificio (o al massimo, di edifici adiacenti, i cosiddetti “campus”). Le reti
WAN, invece, collegano LAN situate in luoghi diversi della stessa città, nazione o di qualsiasi altra parte del mondo.

Si tratta quindi di un collegamento a distanza e si parla in questo caso di connettività geografica. Internet è ovviamente una rete WAN, così come lo sono le reti che connettono le filiali di un’azienda sparse sul territorio. In generale, le velocità delle reti locali (LAN) sono decisamente superiori a quelle delle WAN. Se una Ethernet va a 10 Mbps, ovvero milioni di bit al secondo un comune modem opera a 56 Kbps (migliaia di bit al secondo), quindi meno del 10 percento della velocità di una Ethernet. Anche le connessioni WAN dedicate più potenti e costose non reggono il confronto.
Le connessioni geografiche sono anche quelle tra un singolo utente e una rete distante. Ad esempio, un dipendente che si connette da casa alla rete dell’ufficio (per accedere a un documento o inviare un messaggio). Oppure un utente che si connette a un Internet Service Provider per utilizzare quest’ultimo come un ‘ponte’ verso Internet o verso la rete aziendale. In questi casi si parla di ‘accesso remoto’ e si utilizzano solitamente le linee telefoniche.

Translate »